mercoledì 23 maggio 2007

Capaci

In occasione del quindicesimo anniversario della strage di Capaci voglio dedicare un post a quelle persone meravigliose che tanto hanno fatto per la nostra Italia, persone come Giovanni Falcone che nonostante la certezza che se avesse proseguito con certe indagini sarebbe morto, ha proseguito a fare quello che per lui era giusto, ha seguito i suoi sani principi. Quanto dovremmo imparare da persone del genere, quanto bisognerebbe parlare di loro, e non solo in occasione di anniversari od altre occasioni.
Io sono passato vicino a questa targa commemorativa e devo dire che mi è venuta la pelle d'oca, è stata un'emozione che non può essere descritta. Immaginare che quel tratto autostradale è stato fatto saltare completamente un tratto autostradale...
E così si è spento un grand'uomo, uno dei pochi che sono passati in questi ultimi anni, un uomo che forse non ci meritavamo in questa repubblica delle banane. Chi lo sa?
E chiudo con una sua frase: "Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande", secondo voi per quale dei due motivi è morto Giovanni Falcone?

Nessun commento: