giovedì 14 giugno 2007

Viaggi

Ho fatto parecchi voli in questa vacanza (ben sei in poco più di dieci giorni), tra Bologna e New York ho viaggiato con l'Italiana EuroFly, tra la metropoli statunitense e Toronto ho preso l'American Eagle che fa voli per l'American Airlines ed infine tra la bellissima città Canadese in riva al lago ed Halifax ho preso la WestJet.
Se dovessi fare una classifica la migliore compagnia con cui mi sono trovato è WestJet, c'era un tale clima a bordo che non ho mai visto in un equipaggio, sorridenti, scherzosi, gentili e puntualissimi. Il clima era molto scherzoso e solare a bordo di questi aerei! Non ho mai sentito presentare l'equipaggio, il comandante fare scherzi alla cabina prima del volo, cantare "Tanti Auguri" ad un passeggero e mettere in cabina un pezzo del Muppet Show. Anche i passeggeri alla fine erano tutti sorridenti, si respirava proprio un clima sereno! Ed una figata pazzesca la tv satellitare con più di venti canali, selezionabili individualmente perché ogni sedile ha il suo monitor!
Al secondo posto ci piazzerei gli statunitensi, proprio anonimi direi, non si sono distinti né nel bene né nel male, si vedeva che è un lavoro ritenuto molto di routine e che a bordo era abbastanza scazzato il personale.
Come fanalino di coda devo proprio metterci la partner della mia aerolinea, potrei dire che è perché non mi hanno messo in business all'andata visto che c'erano venti posti liberi in tale classe e che normalmente tra colleghi ci si fa questo favore, ma mentirei. Il cibo a bordo è una tacca sotto il nostro, i sedili molto simili, cambia che hanno in più il monitor personale con la scelta individuale del programma, non male, ma l'assistenza a terra è stata davvero pessima, non a Bologna ma nella Grande Mela mi pareva di aver a che fare con dei cerebrolesi! Code mai viste, non lunghe di più.
Essendo poi dotati di biglietto in stand-by (in soldoni: se c'è posto parto altrimenti resto), chiediamo e prima ci viene detto che il posto sul Bologna c'è, di star tranquilli ma il Roma è cancellato (ed era la nostra seconda via per tornare in patria), arrivati al check-in ci viene detto che il volo è pieno e di tornare dopo un'ora e mezza. Torniamo e ci accorgiamo che hanno aperto il volo su Roma, rifacciamo la coda e ci dicono che non sanno quanta gente hanno a bordo e pertanto se possiamo salire. Ci viene detto che è ok nemmeno mezz'ora prima del decollo (avete idea di cosa vuol dire? Ci sono da fare coda per passare il bagaglio in stiva ai raggi X, filtri sicurezza, ispezione personale alle porte d'imbarco ed infine prendere l'interpista), ci ammazziamo per arrivare per tempo saltando tutto quello che si poteva saltare, arriviamo al gate in quindici minuti e scopriamo che il volo è in ritardo di non si sa quanto causa imbarco catering. Lo scalo ha avuto la bell'idea di piazzare entrambi i voli diretti in Italia con Eurofly sulla stessa uscita pertanto c'erano persone che capivano male e cercavano d'imbarcarsi sul volo sbagliato, ed una volta arrivati a bordo si è aspettato almeno quaranta minuti per carico dell'aereo, quando a terra ci avevano assicurato che l'aereo era a posto, mancava solo il cibo e noi...
E ciliegina sulla torta, alla faccia della sicurezza, a Bologna sul nastro c'erano bagagli dei voli di Roma e Napoli, poveri passeggeri che non si saranno visti recapitare la valigia! Grazie, dovevate sentire quello che dicevano i passeggeri americani riguardo il volo... Comunque per fortuna i colleghi a bordo sono stati gentilissimi e professionali, almeno loro di colpe non ne avevano!
Se andate in Canada e vi capita di dover scegliere la compagnia prendete WestJet! Ottimissima!

Nessun commento: