mercoledì 8 agosto 2007

Genitori moderni

Riflettevo l'altro giorno con un collega, e pochi giorni prima con una amico, riguardo ai genitori d'oggi. Col lavoro che faccio spesso mi capita di vedere bambini a bordo, e di vederne i comportamenti.
Ricordo che quando ero piccolo io era impensabile rivolgersi ad un adulto e chiedere qualcosa senza usare certe "paroline magiche", come ad esempio "per favore", "vorrei" e "grazie". Forse ci provai, ma la reazione di mia madre non dev'essere di certo stata delle migliori, anzi...
A me sembra che oggi si sia passati all'estremo opposto nell'educazione dei bambini. Una volta si sera fin troppo severi, ma l'educazione almeno c'era, ora si è troppo accondiscendenti nei loro confronti, e non si dice mai ad un bambino di no. Ragazzi, di no nella vita se ne prenderanno tanti, ed è un bene che il bimbo si abitui. Bisogna responsabilizzare un po' per volta i bambini, in modo tale che affrontino la vita da persone più mature! Sempre che arrivino all'età adulta! Sarà un'affermazione un po' forte, ma quanti bambini vedete in macchina senza cinture? Avete idea immagino di cosa succede se c'è un incidente, quanti bambini vengono sbalzati fuori dall'auto? Bisognerebbe, per queste cose, essere più severi coi propri figli, tanto dopo che hanno capito che si è irremovibili se certe cose, non piangono più, si abituano e non spaccano più le palle urlando e piangendo! Sempre meglio che pianga mio figlio per la cintura che io perché non l'aveva!
E poi ci vorrebbe un po' più di buona educazione, insegnare l'uso delle "paroline magiche", riscoprire gli antichi valori...

Nessun commento: