martedì 9 ottobre 2007

Giustizia e Legalità

Ieri sera sono andato ad un incontro sulla legalità e la lotta alle mafie, dove sono intervenute molte persone interessanti tipo il procuratore Caselli, delle figlie di persone ammazzate dalle mafie, i ragazzi di Locri, lo scrittore Gomez...
Sono rimasto deluso dal comune di Busto Arsizio che non ha concesso l'uso della sala gratuitamente (cosa che può fare nelle serate dove il teatro non è in uso). Probabilmente la cederà per conferenze politiche, ma quando si parla di legalità, giustizia e mafie si affronta un terreno molto caldo e scomodo!
Siamo in un paese dove molti giovani tentano la fortuna emigrando dal sud al nord, oppure all'estero da ogni parte d'Italia. Probabilmente è perché il nostro paese è governato da gente che quando va bene ha sessantanni, ma molto bene! Ed essendo gestito da persone così anziane non vengono considerati i problemi di noi giovani. E' possibile che io che dopo quasi quattro anni in un'azienda sono ancora con un contratto stagionale (quando di stagionale non c'è una mazza visto che lavoro tutto l'anno meno un mese o due) devo ritenermi fortunato? Si, ci sono realtà di persone che hanno dei contratti a dir poco pessimi! Provate voi a chiedere un mutuo, finanziamento, o altro con un contratto del genere a venticinque anni. Naturalmente senza l'intervento di mamma e papà e poi ditemi. Provate voi ad ottenere un contratto decente quando c'è gente che si diverte ad instaurare il clima del terrore! Ma il clima del terrore lo instaurano solo perché noi lo permettiamo loro! Se noi giovani incrociamo le braccia tutti insieme cosa pensate che esca dalla Fiat, chi chiama dai call center, chi fa il lavoro duro di chi fa praticantato? Tutti uniti possiamo far si che le ditte inizino a farci contratti fissi, stipendi decenti...
Non so voi ma io ne ho piene le palle, e visto che non si può far nulla mi sa che cercherò qualcosa all'estero. Ho trentanni e voglio formare una famiglia su solide basi, non si contratti trimestrali!

Nessun commento: