domenica 20 gennaio 2008

Trentenne

Ed eccoci qua, finalmente ci siamo. Devo dire che il cambio di decina ha un bell'impatto. Non me l'aspettavo così. Ad essere sincero non ho ancora assorbito l'idea di avere trent'anni...
Il primo regalo devo dire non me l'aspettavo, mi è arrivato qualche giorno prima dall'azienda per cui lavoro: una conferma di ferie per il mese prossimo dove andrò a festeggiare il capodanno cinese, dato che quello occidentale non riesco più a farlo dato che mi mettono sempre di servizio. Però questo regalo lo pago caro dato che starò a casa disoccupato a marzo, dopo soli tre mesi di lavoro. Al giorno d'oggi non è facile tirare avanti così, ma forse ci saranno novità positive e non starò a casa tutto quel mese. Vedremo.
Ora devo guardare avanti e fare dei progetti per il futuro, spero di riuscire a scegliere per il meglio sia per me che per chi in futuro mi starà vicino.
Devo guardare avanti con positività ed ottimismo, so che questo sarà un grande anno, e magari mi consentirà di conoscere una persona speciale come ha fatto lo scorso anno bisestile, ma questa volta sono un po' più maturo e non getterò tutto alle ortiche come ho fatto in passato!

sabato 19 gennaio 2008

Ultime ore da ventenne

Stanno passando le ultime ore di una giornata un po' speciale, da domani cambio decina, non sarò più un ventenne...
E' una cosa che mi fa un po' pensare, il tempo scorre e molto veloce. Sembra ieri che ho preso la patente, fatto i dieci mesi a militare...
E questi erano i primi tempo della mia maggiore età, ora sono passati almeno una decina d'anni, e di cose ne sono successe, belle e brutte. Ma se sono qua e posso scrivere un blog sto molto meglio di altri.
Questa mattina è anche nata la piccola Beatrice, figlia di Federico e Monica, carissimo amico del cuneese che rivedo sempre con enorme piacere.
Sono contento di aver passato questa giornata con una persona a cui voglio molto bene, una giornata davvero piacevole e spero che riaccada presto, un ottimo modo di terminare questo decennio molto bello. A presto e grazie a tutti coloro che mi hanno reso più bella la vita in questi anni.
Vorrei aggiungere solo una cosa riguardo il mio blog, tratta da quello che disse una persona a cui io voglio un mare di bene e che io reputo davvero saggia nonostante la sua giovane età: "Questa è la mia vita, se vuoi entrare chiedimi il permesso". Chi ha orecchie per intendere intenda, e gli altri in camper...

giovedì 3 gennaio 2008

Neve

Nevica...
Oggi siamo nei primi giorni dell'anno e mi sento molto bene. Devo dire che non è iniziato male quest'anno, sono contento.
Stasera sono uscito con Paolo e suo fratello Michele, per chi non dovesse conoscerli sono due dei miei più cari amici, e posso dire tranquillamente che Paolo è colui che considero mio migliore amico anche se non lo vedo spesso quanto vorrei, ma non pretendiamo troppo dalla vita: è un ottimo amico e nel caso avessi reale bisogno di lui arriverebbe subito.
Dopo vari mesi siamo riusciti a vederci ed ad andare a mangiare una pizza, alla fine della piacevole cena purtroppo Michele ci ha abbandonato per andare dalla ragazza, e ci siamo fatti un giro al Wanted io e lui ed abbiamo parlato di tutto un po'. Era da un po' che non facevamo una bella chiacchierata soli, so benissimo che non avremo modo di farne un altra forse per molto tempo, ma ciò non mi rattrista, so benissimo che ce ne saranno molte altre in futuro e ne sono contento. E' come se fosse una montagna, c'è ed è li anche se non la vedo e ci sarà per sempre.
Di cosa abbiamo parlato sono fatti nostri, dalle cazzate alle cose serie, concordi o discordi, ma sempre con l'intelligenza ed il massimo rispetto. Sono passati quasi quindici anni da quando ci siamo conosciuti ma essenzialmente siamo rimasti sempre gli stessi dentro.
Grazie per la serata e davvero complimenti per il disco, molto ma molto bello!!
Ripresa la macchina per fare quella decina di chilometri che mi separava da casa, ho guidato felicemente in mezzo ad una timida nevicata, un buon presagio a mio modo di vedere.
Mi è sempre piaciuta la neve, mi ha sempre dato un'idea di pace, candore, dolcezza e bellezza unica. Una cosa che non mi capita più, quand'ero piccolo ricordo che la neve mi accompagnava ad ogni vacanza di Natale, mi rendeva il Natale più Natale, l'inverno più vero. Ricordo che "aiutavo" il nonno a spazzare il cortile dal manto nevoso che lo infestava, ma forse ero d'impiccio ma non mi ha mai cacciato, anzi...
Ora che sono passati molti anni da quei giorni spensierati mi rattristo nel vedere il tempo li ha trasformati, vorrei tanto poterli far ringiovanire i nonni ed i genitori per non vederli soffrire ed invecchiare, prego Dio di non farli mancare dalla mia vita per tanto ancora e temo il giorno che verranno a mancare. Perché bisogna morire? Perché dobbiamo privarci di persone che possono darci ancora tanto?
A volte penso di non dimostrare loro il loro affetto, mi sento in difetto per quello che mi hanno dato e quanto poco ho dato loro...
Ma lasciamoci alle spalle i pensieri tristi e guardiamo avanti ai giorni felici che ci attendono, sono sicuro che questo sarà un buon anno e che farò molto per il mio futuro, è una sensazione e spero che alla fine dell'anno la potrò confermare.
E con questo auguro un buon anno a tutti, per me lo sarà...