lunedì 4 febbraio 2008

Fidanzati a tempo

Ultimamente ho letto l'ultimo libro di Fabio Volo, e devo dire che ho riflettuto abbastanza sul "gioco" che fanno loro, quello di stare insieme a tempo. Non è la prima volta che lo vedo, lo lessi anni fa in un libro di fantascienza riguardo il matrimonio, e già allora pensai alla cosa.
Perché non ci si organizza in questo modo con matrimoni e fidanzamenti? Siamo nell'era dei lavori a contratto a termine perenne, non ci sarebbe nulla di strano nell'avere una storia a termine.
Così non si darebbe più nulla per scontato, come invece spesso avviene, e non mi nascondo, pure io ho fatto le mie belle cazzate in coppia pensando che tanto la persona sarebbe stata sempre li...
Ci sarebbe forse più romanticismo per mantenere la persona legata a noi per un altro anno, per un altro giorno, come se davvero potesse andar via il giorno seguente...
Forse così ci sarebbero più coppie come quelle della foto, due anziani abbracciati che si amano ancora, e non due estranei che la sera guardano due televisioni diverse la sera già poco dopo il matrimonio. Ma secondo voi il più bel programma televisivo al mondo è meglio della persona che avete vicino? Se la risposta è si rispondete a questa domanda: "Ma che ci state a fare con quella persona?"

Nessun commento: