giovedì 21 febbraio 2008

Rientro felice

Sono andato a farmi questo viaggio in Cina e sono finalmente tornato, non mi è piaciuto molto andare li, per vari motivi, alcuni li scriverò ed altri li terrò per me perché potrei essere benissimo additato come razzista, perciò meglio omettere per non passare come quello che odia i cinesi, cosa che non corrisponde per nulla a realtà.
La settimana a Shanghai è stata davvero lunga da passare, il clima era davvero freddo e purtroppo nelle case non hanno il riscaldamento, ho preso davvero un botto di freddo, e detto da me che sono uno che ama il Canada anche per il freddo. Per un paio di giorni ho vissuto in una casa freschina, poi si è riusciti a far partire il condizionatore in modalità riscaldamento almeno in una stanza si poteva star bene.
Sono andato per incontrare un'amica e girare la sua città con lei, purtroppo dopo avermi stressato per mesi per andare a trovarla così mi farà vedere la sua città ed i dintorni, e quando arrivo li vengo abbandonato a me stesso in un paese dove una piccolissima parte parla inglese e legge i caratteri latini.
Ho trovato molta difficoltà nel fare le cose più elementari per via della lingua completamente diversa e per una cultura così diversa dalla mia. Boh, sarò io che non mi so adattare, ma ad esempio io al mattino faccio una lunga colazione dolce e trovarmi a mangiare per colazione tutto strafritto mi è parso un po' strano, ed ho cercato di adattarmi ma non mi è riuscito molto bene, forse è per quello che è sparita la mia amica, perché non amavo il loro cibo? Beh, almeno io rispetto agli altri occidentali che mi ha detto di aver incontrato per lavoro, ci ho provato. In occidente abbiamo una cultura ed una cucina molto diversa, non è facile passare dall'uno all'altro.
Penso che con questo viaggio ho capito che la Cina non rientrerà nelle mie prossime vacanze, soprattutto non sentirò più questa persona che diceva di essere mia amica e mi avrebbe aiutato a capire una cultura accompagnandomi ed affiancandomi ogni giorno e poi lasciato solo per fortuna con una signora guida che mi ha permesso di girare lo stesso una città straniera così diversa dalla mia.
Con questo non voglio disincentivare gli altri ad andare in Cina, anzi, però andate preparati!

Nessun commento: