lunedì 27 febbraio 2012

Cattiva compagnia

Mah, in questa giornata di ripresa dalle fatiche di ieri, mi sono messo a riflettere. Aimè!
Pensavo che forse sono proprio una cattiva compagnia se non sono andato a genio ad un po' di persone e non so nemmeno bene per quale motivo alla fine. Spesso erano motivazioni a dir poco futili.
Spesso mi faccio domande, su di me, sui miei rapporti con gli altri, su quelllo che sono e su quello che voglio diventare.
Sarà che in questi giorni sono ad un bivio molto importante ed analizzo con estrema attenzione tutto il mio passato lontano e soprattutto recente. Alla fine vedo un ragazzo che alla fine ha fatto si tanti errori ma ha fatto sempre delle scelte col cuore e con la testa. Gli errori poi non si possono cancellare, si può solo imparare da essi. Spero di farlo, di aver appreso abbastanza per non fare sbagli grossi, per non ferire troppo la gente. Alla fine se sono miope e non vedo certe cose è colpa mia, forse perchè non mi va di credere che sono stato preso in giro. sarebbe una miopia davvero grossa questa.
Alla fine da certi periodi della propria vita se ne esce male, considerati male. Beh, che gli altri la pensino come credono, io sto in pace con me stesso dopo tutto.
Chiusa una porta si apre un portone, è ora di andare avanti. Fai del tuo meglio e non ti preoccupare Andrea...

lunedì 13 febbraio 2012

E se...

Appena vista una puntata di una serie che seguo da tempo, e mi porta a fare delle riflessioni...
Ogni tanto mi faccio pure io la domanda "e se...?". La risposta a volte velocemente, a volte molto lentamente alla fine è sempre la stessa: non voglio nessun e se, non voglio null'altro di quello che ho nel mio passato. Bello e brutto è servito a formare la persona che sono ora, ad arrivare dove sono ora. Ho imparato molto, ho perso tanto, ho sofferto parecchio ma alla fine sono felice, anche ora, anche se piango. Sono felice di essere me stesso, sono felice di avere sempre scelto con la mia testa. Ora sono qua in un punto che so già tra parecchi anni formulerò la fatidica domanda "e se...?" A volte vorrei già essere avanti per vedere che ho scelto, ma alla fine non voglio. Voglio gustarmi ogni momento, non voglio le cose facile, non sarei io. Anche se a volte fantastico prima di addormentarmi, o mentre faccio lunghi viaggi in auto. Sognare non è un crimine e non fa male a nessuno, fa bene a me comunque! Spero anche a chi mi sta vicino, anche se in questo momento non ho molta gente vicino, forse semplicemente sono io a non volere troppa gente vicino a me. Un momento delicato ed il mio umore ne risente. Son fatto così e non voglio cambiare, chi mi comprende lo sa e lo sopporta, al momento in questa lista non vedo nessuno ma alla fine sono ottimista!
Chissà come e da dove scriverò dei post ua tra un mese, un anno, un lustro. Chissà...
In bocca al lupo a tutti, chiunque voi siate!

venerdì 10 febbraio 2012

Momenti difficili

Eccomi qui, dopo una dura settimana di lavoro a pensare. E' un momento un po' duro, difficile. La situazione personale e generale non è delle migliori. So benissimo che che ci sono davvero tante persone che stanno peggio di me, ma questo non mi conforta, e nemmeno mi tira su. In questi giorni mi sento molto vulnerabile e debole, un momento che passa e va. Molto probabilmente sono vicino alla decisione, una grande decisione. Da quando dirò questa cosa ad alta voce la mia vita cambierà, il mio treno imboccherà un binario che escluderà un altro binario molto importante e non si portà più fare marcia indietro. Forse ho preso in passato altre decisioni importanti, ma sicuramente ora sento il peso della maturità dei miei 34 anni. Una bivio del genere a vent'anni l'avrei preso senza pensarci troppo, anzi avrei aumentato al massimo la velocità incurante dei rischi. Ora sono qua e vedo le due strade, nebbiose e oscure. Mi sento come uno di quelle persone che vedo spesso in autostrada ferme al bivio senza sapere quale strada prendere. Loro sanno qual'è a meta ed hanno dubbi sulla strada da percorrere, io invece non so qual'è la meta. Scelte difficili, che se non fosse successo altro non avrei nemmeno dovuto affrontare, in quel caso il binario sarebbe stato unico.
Ora vedremo, qualunque scelta farò sarà stata ponderata mille volte, e se sbaglio pazienza. Non potrò mai rimporverarmi di esser stato avventato! In bocca al lupo a tutti voi...