mercoledì 12 dicembre 2007

Certezza della pena

Oggi sono in vena di scrivere sul blog, è già il secondo post di questa mattina. Come mai? E chi lo sa...
La certezza della pena che abbiamo in Italia qual'è? Effettivamente una certezza c'è, si è sicuri che i giorni che ti danno da scontare non te li farai di sicuro mai, non è nemmeno sicuro che ti farai qualche giorno di carcere! Tra attenuanti, infermità mentali temporanee (che ancora devo capire che cavolo siano), indulto e buona condotta è già buono se ci fai la metà della pena in carcere!
Poi vengono date le licenze per tornare a casa, ma i carcerati non sono dei militari che devono avere licenze, sei un carcerato perché hai fatto qualcosa che non dovevi, nella maggior parte dei casi, perché di sicuro ci saranno casi di persone che finiscono dentro per errore, ma secondo me ci sono anche davvero tanti che sono fuori "per errore"!
Per me non devono esistere né indulto, né sconti di pena, né licenze né altro che possa recar offesa alle vittime dei crimini, già sono blande le pene che vengono date, se poi le riduciamo ulteriormente non facciamo altro che incentivare il crimine!
Magari dovremmo migliorare le condizioni di vita delle carceri, magari rispedire al loro paese (ma veramente e non con un inutile foglio di via) i piccoli criminali stranieri che imperversano per le nostre vie, dato che in carcere sono una spesa per il contribuente!
Tanto quello che dico è semplice aria fritta, inutile perché tanto tutto resterà così...

Scioperi


Ultimamente non si parla d'altro al telegiornale dato che gli autotrasportatori hanno intrapreso uno sciopero da lunedì. Questo sciopero inizia a farsi sentire dalla nazione, inizia forse a dare i suoi frutti. Si, perché lo sciopero, a quanto ne sappia io, è fatto per creare disagi per far si che la gente si renda conto di quanto importante sia una certa categoria che vuol far valere certi diritti. Ora non voglio star qua a vedere se siano giusti o no questi motivi, ma voglio riflettere sul diritto di fare uno sciopero o meno. Qui in Italia sembra che si possano fare mille scioperi al giorno, l'importante è non creare troppi disagi, garantire i "servizi minimi". Sinceramente non mi sembra corretto: lo sciopero lo vedo come un'arma del lavoratore per garantire i propri diritti ma di cui non bisogna abusare.
Un esempio lampante sono i dipendenti di Alitalia che fanno sciopero quasi tutti i mesi ma che non hanno ottenuto quasi nulla! Avendo un'amica oltreoceano ho visto realtà diverse, mi ricordo si circa quindici anni fa che la chiamai e le chiesi se le erano piaciute le foto che le avevo inviate più di un mese prima e mi disse che non le aveva ricevute perché c'era uno sciopero delle poste che proseguiva da un mese e mezzo, la gente non riceveva posta da un mese e mezzo, vi rendete conto? Vi hanno partecipato tutti, solidali ed hanno ottenuto quello che volevano perché era una cosa giusta da ottenere, e da allora, se non sbaglio, non ne hanno fatti altri. Certo non fanno lo sciopero perché la mensa non ha la pasta al pesto, ma la prossima volta che la categoria minaccia uno sciopero lo stato lo prende molto seriamente, non si abusa di questo diritto sacrosanto! E poi c'è da dire che tutta la categoria ha deciso di proseguire lo sciopero e di non percepire lo stipendio fino alla risoluzione del braccio di ferro. Qui questa cosa non avviene, qui appena bisogna rimetterci qualcosa la gente "solidale" si tira indietro e col gesto dell'ombrella ti saluta.
Perciò immagino che questa protesta degli autotrasportatori sia davvero venuta fuori perché queste persone sono alla frutta, perché se decidono di rimetterci una settimana di stipendio, e per alcuni anche di più, forse il posto, ed essendo persone che non portano a casa stipendi principeschi, vuol dire che sono in una situazione davvero critica!
E poi se il blocco dei camion crea tutti questi problemi forse è dovuto al fatto che in questo paese abbiamo una grossa dipendenza dal trasporto su gomma, se si creano tutti questi ingorghi è perché abbiamo così tanti camion che se si fermano tutti non ci sono sufficienti aree di sosta per tutti sulla nostra rete stradale ed autostradale. Forse questo dovrebbe anche farci riflettere sull'incentivare il trasporto su mezzi diversi...
E comunque per me questo è solo l'inizio di un periodo molto nero, siamo in una grossa crisi! Io per fortuna non ho acceso mutui, ma chi li ha fatti e li ha fatti a tasso variabile probabilmente ora sta piangendo lacrime amare, fa fatica ad arrivare a fine mese. E chi sono i primi che scoppiano? Naturalmente quelli che percepiscono stipendi bassi, che non sanno più come mantenere moglie e figli! E se domani capitasse a te di non avere modo di portare la pagnotta ai tuoi figli non protesteresti? Io si!

lunedì 10 dicembre 2007

Dieci anni fa

Ben dieci anni sono passati da allora e mi sembra solo ieri che mi sono fatto accompagnare da mia madre in piazza alle 6 per prendere la corriera che andava a Novara, per poi andare a Diano Marina facendo cambio treno a Genova ed iniziare dieci mesi al servizio dello stato prestando il mio operato all'Esercito Italiano.
Sono contento di avere fatto questa esperienza, vorrei tanto poter tornare indietro di dieci anni e riviverla, rivivere tutto da allora. Ho vissuto davvero 10 mesi indimenticabili, ed ancora ora ripensando a quei momenti una lacrima di nostalgia solca il mio volto, mi mancano davvero tanto quei momenti di spensieratezza passati coi miei "fratellini". Ero in una cameretta con gente molto differente ma che andava d'accordo come non ho visto mai. Eravamo impiegati in posti diversi, ma avevamo molto da dirci. Con molti mi spiace di aver perso i contatti, mi sarebbe piaciuto poter fare due settimane l'anno a prestar servizio sotto le armi insieme alle persone con cui ho vissuto per un anno, per raccontarci l'evolversi delle nostre vite e per rivedersi a cadenza periodica senza perdere nessuno...
Sono contento di rivedere ogni tanto Grande, Tom, Sasà, Simun, Bono e gli altri come Ghio anche se non è del mio corso era il mio braccio destro in Maggiorità, che poi mi ha sostituito più che egregiamente dopo il mio congedo.
Mi mancano un casino le ciocche che ci prendevamo, alla cena dei 100 giorni, quella del congedo dello scaglione prima, quella dei 100 mancanti, ogni scusa era buona per far casino "alla Vecchia" con quel vino veramente di bassa lega, peggio del tavernello!
Grazie ragazzi per avermi dato tutti quei ricordi bellissimi!

giovedì 29 novembre 2007

Assenza


Sono stato assente per un po' da questo blog, lo so, ma non penso che se ne siano accorti in molti, ed ancora meno se ne saranno dispiaciuti.
A dire il vero non è che abbia smesso di scrivere in questo periodo, ma ho proseguito a farlo in forma privata, dato che gli argomenti scritti non sono pubblicabili online dato che sono poco politically correct.
E' stato un po' un periodaccio a dire il vero, un mese a casa con comportamenti poco piacevoli nei miei confronti, una vacanza rilassante tramutata in una rottura di palle...
Forse è la vicinanza dei trent'anni e il vedere che non sono riuscito a realizzare nulla di concreto in questi tre decenni di vita, l'idea di dover fare qualcosa di importante per questo traguardo, chi lo sa? Chi può dirlo? Certo è che se voglio far grossi cambiamenti alla mia vita devo sbrigarmi a farli ora che non ho legami che mi impediscono, non posso aspettare oltre.
Il mio sogno è uno, ma non è per nulla semplice da realizzare. Ce la farò a dare questo colpo di timone alla mia vita? Sperando di andare a finire in mari migliori di quelli che sto solcando ora naturalmente!
Non so quando tornerò a scrivere altre righe qua, e nemmeno se lo farò ma sinceramente lo spero...

mercoledì 17 ottobre 2007

Torture

Stavo vedendo un documentario che parlava delle torture commesse dagli stati uniti ai prigionieri di "guerra". Posso arrivare a capire la pena di morte ma la tortura no! Non ci sono scusanti od altro per certe azioni commesse. Fermo restando che le confessioni estorte con la tortura non sono per nulla affidabili, non bisogna mai e poi mai togliere ad un essere umano la dignità!
E se non ricordo male tra i firmatari della convenzione di Ginevra c'erano gli stati uniti, e pertanto dovrebbero conoscere il significato di:
"A questo scopo, sono o rimangono vietate, in ogni tempo e luogo,[...]:
  • le violenze contro la vita l'integrità corporale, specialmente l'assassinio in tutte le sue forme, le mutilazioni, i trattamenti crudeli, le torture e i supplizi;
  • gli oltraggi alla dignità personale, specialmente i trattamenti umilianti e degradanti"
E secondo voi quello che è successo (e forse succede ancora) a Guantanamo e Abu Ghraib rispettava la Convenzione? Per me no, calpestava tutto quello per cui si sono battutu i padri fondatori di quella e molte altre nazioni.
Come possiamo permetterti di giudicare i popoli che abbiamo invaso dopo l'11 settembre se noi per primi commettiamo delle azioni che sono davvero riprovevoli? Non posso giudicarti assolutamente di non rispettare i diritti umani se io per primo non rispetto i tuoi! Ha voglia mr. cespuglio a dire che non è chiara la convenzione, è lo stato che presidenzia che l'ha firmata nel lontano dopoguerra! Cosa avrebbe da dire se qualcuno lo portasse in giro nudo con un collare? Non lo riterrebbe un oltraggio alla dignità personale? Ed essere torturato senza nemmeno sapere di cosa si è accusati?
Forse sono il primo a dire che gli avvocati non mi piacciono, ma senza di loro non ci sarebbe giustizia, si tornerebbe all'inquisizione, e l'inquisizione è passato, non deve tornare al presente! Non si deve tornare indietro, ma bisogna andare avanti! Bisogna imparare dai propri errori, non perpetrarli!
Ce la si prende con i vari reclutatori di terroristi, ma secondo voi quello che è stato fatto dagli stati uniti quanti musulmani ha fatto aderire alla causa degli estremisti? Secondo voi quelli che sono entrati non colpevoli, usciti dopo anni di angherie, torture, isolamento ed altro quando sono usciti non potevano essere dei potenziali terroristi? Se prima provavano simpatia dopo di sicuro dovevano credere che quello era il Grande Satana! E come si può dar loro torto?
Bene, penso di essermi sfogato abbastanza. Ma questo documentario mi ha fatto riflettere abbastanza su chi è buono e chi è cattivo... Ma la risposta dovete darla voi a voi stessi, io l'ho fatto ma la tengo per me.

lunedì 15 ottobre 2007

Persone Speciali

In certi momenti avere vicino una persona che ti ridia il sorriso è veramente rigenerante.
Una persona che sia il proprio rifugio, con cui sentirsi protetti e sicuri nonostante tutte le avversità che abbiamo potuto incontrare.
Pensate alle sfighe della vita: nel giro di poco tempo ti finisce il contratto stagionale e non sai ancora come pagherai l'affitto; quando sei al lavoro dato che sei uno di quelli col contratto a termine ti devi fare il culo dieci volte tante gli altri altrimenti ti lasciano a casa; per l'azienda quando chiedi qualcosa sei solo un numero e non ti ascolta mentre quando ha bisogno lei sei uno di cui si ricorderà se non accetti; i colleghi in modi più o meno subdoli ti fanno lavorare anche per loro e tu non puoi dire nulla; per prenotare una visita medica ti ci vogliono un paio di mesi di attesa; a casa inizi a vedere che i nonni come li ricordavi non ci sono più, invecchiano pure loro e tu non puoi far nulla per fermare questo processo, li rivorresti come quando eri piccolo che ti portavano in ferie; accendi la tv e vedi che si parla solo di cazzate, che a rappresentarti in giro per il mondo ci sono 24 pregiudicati, e che l'idea che i tuoi amici stranieri che si fanno del tuo paese non è delle più rosee; i tuoi amici ti tagliano un po' fuori ormai da tempo visti gli orari che fai e che loro ormai sono tutti sposati e alcuni coi figli. Dopo tutte queste sfighe però tornare da quella persona speciale, sentirsi abbracciare dare un bacio cosa si può rispondere a "Ehi, come va'?"? - "Ora benissimo, grazie!"

martedì 9 ottobre 2007

Giustizia e Legalità

Ieri sera sono andato ad un incontro sulla legalità e la lotta alle mafie, dove sono intervenute molte persone interessanti tipo il procuratore Caselli, delle figlie di persone ammazzate dalle mafie, i ragazzi di Locri, lo scrittore Gomez...
Sono rimasto deluso dal comune di Busto Arsizio che non ha concesso l'uso della sala gratuitamente (cosa che può fare nelle serate dove il teatro non è in uso). Probabilmente la cederà per conferenze politiche, ma quando si parla di legalità, giustizia e mafie si affronta un terreno molto caldo e scomodo!
Siamo in un paese dove molti giovani tentano la fortuna emigrando dal sud al nord, oppure all'estero da ogni parte d'Italia. Probabilmente è perché il nostro paese è governato da gente che quando va bene ha sessantanni, ma molto bene! Ed essendo gestito da persone così anziane non vengono considerati i problemi di noi giovani. E' possibile che io che dopo quasi quattro anni in un'azienda sono ancora con un contratto stagionale (quando di stagionale non c'è una mazza visto che lavoro tutto l'anno meno un mese o due) devo ritenermi fortunato? Si, ci sono realtà di persone che hanno dei contratti a dir poco pessimi! Provate voi a chiedere un mutuo, finanziamento, o altro con un contratto del genere a venticinque anni. Naturalmente senza l'intervento di mamma e papà e poi ditemi. Provate voi ad ottenere un contratto decente quando c'è gente che si diverte ad instaurare il clima del terrore! Ma il clima del terrore lo instaurano solo perché noi lo permettiamo loro! Se noi giovani incrociamo le braccia tutti insieme cosa pensate che esca dalla Fiat, chi chiama dai call center, chi fa il lavoro duro di chi fa praticantato? Tutti uniti possiamo far si che le ditte inizino a farci contratti fissi, stipendi decenti...
Non so voi ma io ne ho piene le palle, e visto che non si può far nulla mi sa che cercherò qualcosa all'estero. Ho trentanni e voglio formare una famiglia su solide basi, non si contratti trimestrali!

sabato 22 settembre 2007

Prostituzione

Ora sono via, e anche prima di partire non ho guardato molto la televisione però ricordo che ultimamente c’è stato il boom della caccia a lavavetri, vù cumprà, prostitute etc… Le prostitute ormai sono un casino dalle mie parti, ricordo che quando feci la patente coi ragazzi della mia compagnia talvolta si faceva il cosiddetto “puttan tour” per andare a vedere le prostitute sulla strada che portava al lago maggiore. Mi ricordo anche di un articolo che parlava delle prostitute a Novara facendo una mappa di dov’erano e chi erano (zona delle nere, dei trans, delle ragazze dell’est, etc…). Quando rientravo a casa la sera dopo aver accompagnato la ragazza trovavo un macello di gente che si fermava e ti frenava all’ultimo, e le imprecazioni che tiravo agli stessi le so solo io. E mi sono sempre chiesto: “Ma perché non interviene nessuno a bloccare il fenomeno?”, “Possibile che sia così difficile trovare ed arrestare i papponi?”.

Anche ora quando torno a trovare i miei trovo un macello di ragazze sulla strada, spesso vedo anche ci si ferma e crea talvolta non poco intralcio alla circolazione. Ma possibile che non si possa far nulla?

Ok, forse non è giusto non accanirsi verso queste ragazze che sono delle povere vittime, ma perché non toglierle dalla strada? Se si concentrassero più forze per far retate, per togliere tutti i giorni le ragazze dalle strade le cose non cambierebbero? E se ci si sforzasse un tantino di più per beccare chi le sfrutta in quella maniera? Certo, ci vorrebbe un po’ di voglia e di investimento, ma penso che alla lunga si otterrebbero dei risultati! Le ragazze si rispedirebbero a casa se non hanno i titoli per rimanere qui, i protettori diretti in carcere e magari le strade sarebbero un po’ più pulite e sicure! Ok, trovo che sia giusto prendere provvedimenti col povero sfigato che va a puttane, ma non fermarsi solo li! Li è voler solo recuperare dei soldi, non risolvere il problema!

Alla luce di tutto ciò è giusto che vengano riaperti i bordelli? Per me si, alla fin fine è il lavoro più antico del mondo, e non si può sradicare, o no? A questo punto è meglio che venga legalizzato come lo era parecchi anni fa, chi ci lavora ha un medico che controlla la salute, non vengono sfruttati ed in più lo stato si piglia le tasse. E se qualcuno vuol andare a puttane che sceglie secondo voi? Andare in un bordello riconosciuto oppure andare per strada a rischiare di prendere multe salate? A questo punto si segherebbe di molto la richiesta e probabilmente rallenterebbe di brutto la tratta di queste ragazze che vengono portate qui per essere sfruttate, maltrattate e sbattute sul ciglio di una strada!

mercoledì 12 settembre 2007

Brave persone

Mi fa un immenso piacere scoprie che ci sono ancora delle persone che mi possono stupire per delle affermazioni. Scoprire che una persona ritenuta molto burbera e severa se ne esca con una frase del tipo: "Io mi ritengo fortunato perché quando torno a casa la sera trovo mia moglie che mi accoglie con un sorriso" non ha prezzo per me!
Queste persone mi rendono veramente felice di essere al mondo, era tanto che non trovavo una persona del genere.
Ragazzi riflettete su questa semplice frase e sul profondo significato che contiene. Forse nasconde la chiave della vera felicità...

mercoledì 29 agosto 2007

8 Settembre 2007 = V - Day


Ragazzi tra poco ci sarà il V-Day, per saperne di più fate un salto qua: http://www.beppegrillo.it/vaffanculoday/.
Penso proprio che ci sarò, magari non qua in zona, ma dovrei comunque stare qua in Italia, ed una piazza col V-Day non mancherà di sicuro!
Mi raccomando fate un salto anche voi, se volete che le cose inizino a cambiare!

martedì 28 agosto 2007

Video

Questo post più che altro è una prova per provare ad inserire un video di youtube nel mio blog. E' abbastanza carino. Meno male che non andiamo in giro con occhiali che indicano dove guardiamo...

lunedì 27 agosto 2007

L'amico brasileiro

Questo fine settimana ho fatto un giro allucinante, per fortuna sono andato a Fortaleza, in Brasile. Li c'è un mio vecchio amico, abbiamo condiviso la stanza per quasi due anni, mentre eravamo all'università.
Sono davvero felice di averlo rivisto, è una di quelle persone che mettono allegria e che fa davvero piacere incontrare. Purtroppo non sono rimasto molto li, ma ha ritagliato davvero molto tempo per stare con me, ha accompagnato me e chi si è voluto aggregare per un giro culturale della sua città. Avrei voluto passare molto più tempo li con lui, ma il lavoro mi ha permesso di stare li davvero poco.
In questo periodo rivederlo è stata davvero una ventata di felicità e freschezza, in quanto è un periodo un po' faticoso per me, lavorando col turismo potete ben immaginare...
Grazie mille caro Andrè!

mercoledì 22 agosto 2007

Indifferenza

Ieri pomeriggio sono uscito in mezzo alla pioggia battente per un paio di commissioni, a nemmeno un chilometro da casa, mentre attraverso una strada vedo una signora di mezz'età che si sbraccia e nessuno che si ferma. Naturalmente non potevo fermarmi li, in quanto ero su di una strada con molto traffico, ci avrò messo un paio di minuti. Non si era ancora fermato nessuno, ho attraversato la strada e ho chiesto alla signora che succedeva, mi risponde in maniera un po' agitata che era finita in un buco e non riusciva ad uscire, non avendo possibilità di trainarla provo s spingere l'auto, ma nulla. Le indico un bar li vicino non conoscendo nessuno, trovatolo chiuso la accompagno ad un distributore non molto distante che ci indica un meccanico. Parlando con la signora scopro che era li da un po' e nessuno aveva nemmeno rallentato. Mi da' un po' da pensare questa cosa, qualcuno ha bisogno e nessuno si ferma per prestare assistenza, ma in che mondo viviamo? Nella più totale indifferenza! Non so che dire...

giovedì 16 agosto 2007

Un anno fa

Al momento in cui lo scrivo non so se pubblicherò questo post. Di sicuro lo pubblico senza nessuna immagine, non ve ne sono da mettere...
Vorrei solo rimembrare un anno fa', chi c'era sa, chi non c'era non sa. Non sarà per nulla un lungo post, sarà semplicemente un post...

lunedì 13 agosto 2007

Viaggiatore

In questo periodo mi sento veramente un nomade! Sto lavorando come un matto e mi sto girando parecchi posti, sia per lavoro che per i fatti miei! Vorrai mica girare solo per lavoro!
Per esempio stanotte (sveglia all'1.30 am) parto per farmi tre notti a Catania, bellissimo posto! In realtà sarò poco fuori città, ad Acitrezza, ma i colleghi che sono appena stati li mi dicono che il mare dove c'è l'hotel è pulito, solo un po' freddo. Poi a fine mese mi farò cinque notti in Repubblica Dominicana, e spero sinceramente di riposarmi parecchio, ne ho proprio bisogno... Ed il mese prossimo sarà ricco di viaggi di piacere: andrò in zona Trieste / Udine a trovare un carissimo amico che si è avvicinato a casa recentemente, e verso fine mese dovrei andare in toscana a trovare alcuni ottimi amici che al momento sono impegnati con la stagione turistica, senza contare i voli che mi verranno messi nel mese, una sosta da qualche parte ce l'avrò di sicuro...
Ed ad ottobre, quando quasi tutti voi lavorerete io me ne andrò in ferie! Dove? E chi lo sa? Al momento inizio a chiedere ferie, poi mi prenderò un last second, e chi s'è visto s'è visto...
E questa è solo la stima dei prossimi giorni...

domenica 12 agosto 2007

Caratteraccio

Ebbene si, parlo di me! Ho un carattere davvero pessimo, ed è forse per questo che me ne sto solo da tempo immemore!
Sono molto orso se mi ci metto, e starmi vicino ormai dovrebbe essere messo come requisito per la beatificazione e la santità! Penso di non essere una persona tanto male, ma se mi ci metto so essere un vero SpaccaMaroni (non solo con la S maiuscola ma pure con la M!). Penso che se una mi sa prendere posso dare anche il cuore, ma se mi prende troppo di petto è lei che deve cambiare il fegato! Parlo di una e non di uno perché queste cose sono riferibili a storie di coppia o preludio a. Nel caso di rapporti lavorativi, "false amicizie" e similari, non sono così orso, a mio modo di vedere sono peggio, proprio ignoro la persona, non ne voglio sapere nulla! Rido e scherzo si, ma finito il periodo che devo passare per forza con queste persone, goodbye! Chi si è visto si è visto!
Perciò sembrerà strano, ma il fatto che rompa le palle è un segno che comunque a questa persona ci tengo, se non ci tenessi non perderei tempo a romperle le palle, è un ragionamento un po' strano me alla fine è chiaro, una volta scoperta la mia psicologia!
Mah, più si invecchia e più si vedono i propri difetti, che sia maturità? Ed il fatto che uno non voglia eliminare certi difetti cos'è? Stupidità? Boh, non lo so, ma io certe cose di me le voglio lasciare come sono, anche perché sono cose che mi caratterizzano e mi rendono come esemplare unico, o no? Ognuno ha i suoi difetti e se si vuol bene ad una persona si ama anche per i difetti, amare una persona solo pregi è veramente troppo semplice! E poi un po' di pepe nella vita ci vuole, altrimenti che esistenza monotona sarebbe!

mercoledì 8 agosto 2007

Genitori moderni

Riflettevo l'altro giorno con un collega, e pochi giorni prima con una amico, riguardo ai genitori d'oggi. Col lavoro che faccio spesso mi capita di vedere bambini a bordo, e di vederne i comportamenti.
Ricordo che quando ero piccolo io era impensabile rivolgersi ad un adulto e chiedere qualcosa senza usare certe "paroline magiche", come ad esempio "per favore", "vorrei" e "grazie". Forse ci provai, ma la reazione di mia madre non dev'essere di certo stata delle migliori, anzi...
A me sembra che oggi si sia passati all'estremo opposto nell'educazione dei bambini. Una volta si sera fin troppo severi, ma l'educazione almeno c'era, ora si è troppo accondiscendenti nei loro confronti, e non si dice mai ad un bambino di no. Ragazzi, di no nella vita se ne prenderanno tanti, ed è un bene che il bimbo si abitui. Bisogna responsabilizzare un po' per volta i bambini, in modo tale che affrontino la vita da persone più mature! Sempre che arrivino all'età adulta! Sarà un'affermazione un po' forte, ma quanti bambini vedete in macchina senza cinture? Avete idea immagino di cosa succede se c'è un incidente, quanti bambini vengono sbalzati fuori dall'auto? Bisognerebbe, per queste cose, essere più severi coi propri figli, tanto dopo che hanno capito che si è irremovibili se certe cose, non piangono più, si abituano e non spaccano più le palle urlando e piangendo! Sempre meglio che pianga mio figlio per la cintura che io perché non l'aveva!
E poi ci vorrebbe un po' più di buona educazione, insegnare l'uso delle "paroline magiche", riscoprire gli antichi valori...

lunedì 6 agosto 2007

Comunicare

Quanti modi abbiamo ormai? Direi tantissimi visto che siamo nell'era della comunicazione! Quando ero un po' più giovane mi ricordo che per uscire con gli amici ci si organizzava di fine settimana in fine settimana, oppure ci si chiamava a casa, col vecchio telefono in bachelite grigia, col disco da girare che se sbagliavi numero dovevi riattaccare e rifare tutto! Il bello era quando avevi il prefisso e ti sbagliavi all'ultima cifra! Con gli amici più lontani, oppure ti dovevi dire un po' più di cose c'era la lettera, ormai in disuso si può dire!
Mi ricordo ancora il piacere di arrivare a casa e di sentire mia nonna che mi diceva: "Andrea, è arrivata una lettera per te, mi sa che è dal Canada!" Mi fiondavo direttamente sulla busta e la aprivo con tanta irrequietezza, per poter leggere quei fogli e magari guardare le foto che ti mandavano! Per non parlare delle lettere d'amore, quante pagine sprecate prima di avere la copia definitiva, e dopo averla scritta dovevi anche spedirla, o meglio consegnarla. Altra cosa che ti dava il batticuore, e poi l'attesa della risposta. Come mi mancano quei momenti, stavo bene e male insieme, ma mi sentivo davvero vivo! Anche il corteggiamento era diverso, dovevi passare per il "filtro genitori", si perché una ragazza, una volta ottenuto il numero, dovevi chiamarla a casa e non sapevi mai chi ti rispondeva, era bella quella paura e quella tensione prima di sentire lo squillo, quante volte all'ultima cifra buttavi giù per prendere fiato e raccogliere le idee...
Ora non è più così, anche a sette anni hanno il loro cellulare, con un sms ci si scarica, per i più pazienti ci sono le email! Io non sopporto i messaggini tutti abbreviati, non ci si capisce una mazza! Capirei se la cosa non ci sta su 160 caratteri allora cerchi di abbreviare, ma cavolo, se devi scrivere una cosa che ci sta in 100 caratteri perché la devi abbreviare in 20? Non ti si consumano mica le dita, mica paghi a carattere! Poi ci sono gli instant messengers, che ti consentono di inviare e ricevere messaggi praticamente in tempo reale attraverso la rete, poi grazie a programmi tipo Skype ormai le chiamate internazionali sono quasi gratuite, la tecnologia è magnifica, è impressionante che se io ora voglio mandare una foto di me con la mia nuova ragazza alla mia corrispondente Canadese ci posso mettere un paio di minuti a scattarla col cellulare, scrivere l'email dal cellulare magari mentre siamo al lago, lei la riceve ed in due minuti mi risponde all'email dicendomi che siamo carini insieme e quando verrà a trovarmi vuole vedere quel posto dove abbiamo scattato la foto. Ai tempi per avere una risposta da Tracy mi ci voleva almeno un mese...
La tecnologia ci sta dando davvero tanti modi per comunicare, ma forse siamo noi che non abbiamo più molto da comunicare, siamo più pigri e codardi! Si codardi, stanno venendo su tante generazioni di codardi! Una volta se volevi uscire con una ragazza dovevi dichiararti e tirar fuori le palle, ora "rubi" il numero ad un'amica e sondi il terreno. Se dovevi lasciare la ragazza, dovevi affrontarla, parlarle, ma ora scrivi un messaggio del genere "Ti lascio" e poi spegni il cellulare per non doverci nemmeno parlare!
E' tutto molto più frenetico, una volta per andare a letto con una ragazza era abbastanza complicato, te la faceva sudare! Ora invece prima trombi, poi decidi se è il caso di mettersi insieme!
Fatevi una domanda, da quanto tempo non scrivete e ricevete una lettera? Io sono fortunato, ne ricevo ancora e ne scrivo, ho ancora vicino gente che comunica con come! E voi?

mercoledì 1 agosto 2007

Mortalità

Cavoli, mi rendo conto solo ora, alla soglia dei trentanni, di quanto sono mortale. Questa illuminazione mi giunge in seguito ad eventi da poco successi riguardanti delle persone che mi sono molto care e molto vicine.
Sembra ieri che avevo sei anni ed andavo al mare con mio nonno e mia nonna, poco più che cinquantenni, due persone molto forti, ora invece mi sembrano molto indifesi, e non sopporto che non posso far nulla per farli tornare com'erano. Non posso star vicino a loro e farli sentire meglio, è il tempo che passa e che tutto si porta via: forza, salute, lucidità... Ma qualcosa lascia: esperienza, saggezza, fascino... Il tempo prende e da, non pensiamo troppo a quello che ci prende e valorizziamo quello che ci da'.

lunedì 30 luglio 2007

La paga di giuda

Sono venuto a conoscenza che alcune persone che leggono questo blog dicono cose alquanto false sul mio conto, del tipo che sono depresso, che sono prossimo al suicidio e che sono un pazzo che potrei uccidere qualcuno da un giorno all'altro.
Bene, mi fa piacere che persone così acculturate e nobili di spirito si mettano a leggere il mio umile blog, deridendolo piuttosto che dedicare il loro prezioso tempo ad attività più importanti tipo il consumo di sostanze stupefacenti oppure avvalersi delle cure di povere meretrici.
Per prima cosa vorrei ribattere punto su punto, non sono depresso, probabilmente voi scambiate qualche post di stati d'animo tristi con la vostra depressione! Non so nemmeno se sapete che cosa sia questa malattia, o se ne abbiate mai visto gli effetti per parlarne così stupidamente, ma io sono felice di quello che ho, anche se punto ad avere un po' di più dalla vita per me, per la mia compagna, voi avete di già raggiunto il massimo che potevate, immagino.
Non ho affatto intenzione di suicidarmi, e non ci ho mai pensato, sto una bellezza! Sono cristiano, e questo atto è considerato a dir poco grave dalla mia religione, sinceramente sono un po' codardo e non avrei mai il coraggio di togliermi la vita, e sono molto legato alla mia vita, sono giovane ed intendo maturare ancora ed invecchiare insieme alla famiglia che mi creerò, che sarà stupenda.
Non intendo uccidere nessuno, anche se come diceva il mio saggio professore di sistemi, il dato non può garantire per se stesso. Ma almeno provo a spiegare con la logica come mai non la farò mai una cosa del genere: se anche fosse che io giudicassi una persona di essere immeritevole della vita che ha, oltre al fatto di andare contro alla mia religione, visto che ci tengo molto alla mia vita, ed a vivermela al meglio, non me la rovinerei di certo per una merda umana che non merita di vivere! Eviterei di incrociarla sul mio cammino, come farò d'ora in poi con delle persone come voi, dato che ora so anche chi siete! Probabilmente non lo farei anche perché sono dotato di una cosa che a voi membrocefali sembrerà ai limiti della realtà, l'autocontrollo! Lo so che sembra una cosa difficile da concepire, eppure alcuni esemplari di essere umano hanno questa grave malattia!
E' un peccato che non siano tutti come voi, che stanno a correre dietro a tutte le donne, l'importante è che la diano, non è rilevante il fatto che siano delle mignotte, dei cessi da paura, o delle troie che riprendete mentre ve lo succhiano. Ad ognuno ciò che si merita!
Di sicuro vi sarete fatti molte più ragazze di me, ma sapete che vi dico? Le ragazze che ho avuto io ed il feeling che ho raggiunto con loro voi ve lo potete scordare, non avete nemmeno idea di cosa voglia dire amare e star bene con se stessi e pertanto non siete altro che degli sfigati per me!
Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato ma ora potete andare a farvi fottere, se avrete bisogno di me lasciate perdere, se mi dovete una cena o altro potete tenervi le vostre cose, non mi faccio offrire cene da certi elementi della società umana, che non hanno nemmeno le palle di dire in faccia ad una persona quello che pensano, ma si nascondono. Il fatto che i post siano filtrati non è un caso, non voglio essere censore, ma i commenti li voglio solo da gente che si sa prendere le proprie responsabilità su ciò che pensa!
A volte penso che la libertà di pensiero che tanto è stata sudata, per alcuni è davvero sprecata!
Ehi sfigati, non mi chiedete perché non vi vengo a dare una mano col pc o non accetto il vostro invito a cena, ora sapete il perché, e vi consiglio di fare un giro piuttosto su un sito porno anziché leggere i miei post tediosi e depressi e di farvi una bella sega così uscirà un qualcosa dalla vostra bella testolina di cazzo!

lunedì 23 luglio 2007

Lavoro

In questi giorni mi stanno tirando ben bene il collo al lavoro! Tutti che vanno in ferie ed io che corro avanti ed indietro per la Grecia, Egitto, Tunisia, Caraibi!
Bello direte voi, si, ma provate a farlo? Dopo un po' uno impazzisce un po'! Non capisco più quando è notte e quando è giorno! Per fortuna almeno i colleghi non sono male, ed ultimamente non ho beccato passeggeri troppo molesti!
Spero che anche agosto passi e finalmente a settembre mi diano la settimana che ho richiesto alle Maldive, non mi porto l'attrezzatura, solo dei libri, il lettore MP3 e tanta voglia di relax! Chi può fare questo per lavoro? Si mi considero davvero fortunato! E poi le Maldive sono davvero l'ideale per rilassarsi, non farò immersioni, l'isola la giri in 10 minuti, non ci sono ragazze da marpionare (tanto poco cambia per me, anche se ci fossero...), se magna, se beve, se prende il sole e se dorme! Che posso volere di più?
Ragazzi, passatevi una buona estate, e se prendete l'aereo non rompete le palle agli assistenti di volo!

domenica 22 luglio 2007

Ma di che mi lamento?

Cavolo! Ma di che cosa mi lamento? Di una persona che mi ha fatto soffrire? Sai quante ne hai trovate e quante ne troverai?
Già questo è molto, ma molto meno di quello che ho provato non troppo tempo fa, è normale trovare qualcuno che ti faccia soffrire, e di sicuro qualcuno lo hai fatto soffrire ed altri li farai soffrire in un futuro, magari non apposta, magari per dovere ma succederà di sicuro se arriverai al domani. E' quasi sicuro come la morte e le tasse ed in questo momento mi rendo conto di quanto sia ingiusta la vita. Una delle massime che mi piace seguire è "Non fare ad altri quello che non vorresti venisse fatto a te", ma a volte non riesco a rispettarlo. Quante volte ho fatto soffrire i miei genitori? Quanto ho fatto soffrire Paola da quasi tre anni fa fino alla fine dello scorso anno? Quanto ho fatto soffrire Erika? Di sicuro tanto, e tutti. Non ne vado fiero, ma è così. Questo sono io, queste sono le cose che ho fatto io, queste sono le cose che bisogna conoscere di me!
Un giorno forse questi momenti saranno solo argomenti su cui sorridere, che saranno serviti a farmi diventare un buon marito, o forse non lo diventerò mai e saranno ricordi su cui piangerò, solo, pensando a quanto sono solo a cinquant'anni.
Chi lo può sapere? Io non voglio saperlo, non importa quello che troviamo alla fine della corsa, ma quello che proviamo mentre corriamo! Amore, odio, felicità, solitudine, tristezza...
Ho dei buoni amici, e li ringrazio tutti per essere stati nella mia vita, a tutti loro voglio un gran bene anche se non lo dimostro, e non faccio i loro nomi perché loro sanno benissimo chi sono!
Ed a chi proprio amico non è dico che più farmi tutto il male che vuole, può farmi soffrire quanto vuole ma non cederò, resterò sempre quello stupido idealista che sono in attesa del meglio. Non importa quanto a fondo mi mandiate, io tornerò sempre a galla, sempre li per farvi vedere chi sono!

sabato 21 luglio 2007

Delusione

E' sabato sera, domani mi devo alzare un po' presto, naturalmente per lavoro e mi sento un po' deluso. Perché? Semplicemente aspettavo una telefonata da parte di una persona che ritenevo amica, che ritengo amica, da ieri sera, ma ancora nulla. Non ho chiesto io di essere chiamato, anzi, ma questa persona mi ha detto che mi avrebbe chiamato ed io consideravo davvero importante questo breve scambio di parole, e pertanto ci sono rimasto male.
Ma la colpa è mia, sono io che mi illudo sempre, che mi faccio i film e do' fiducia alle persone, e sono sempre io che poi ci rimango male e mi sta bene. Un giorno finalmente imparerò a comportarmi ed a non aspettarmi nulla dalle persone, anzi a prendere ed ad usarle, perché alla fine è così che va a avanti il mondo.
A me spiace, sono qui e mi addormenterò vicino al telefono, e mi sveglierò così anche domani, senza aver ricevuto nemmeno un messaggio di spiegazione, tanto la delusione è la mia...

giovedì 19 luglio 2007

15 anni dopo

"Non li avete uccisi: le loro idee camminano sulle nostre gambe", questo compariva su di un lenzuolo nel 1993. Insieme a Falcone, il giudice Borsellino è stato assassinato dalla mafia nel 1992, non tantissimi giorni dopo, un personaggio scomodo per i fuorilegge mafiosi, e forse anche per chi le leggi le fa'...
E' stato ucciso mentre si recava a far visita alla madre, una piccola auto riempita di tritolo è stata fatta esplodere vicino a lui ed alla sua scorta, Emanuela Loi (una poliziotta sarda ha avuto il triste primato di essere la prima donna a cadere in servizio nella Polizia di Stato), Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Li ho voluti ricordare tutti perché lo meritano, sono persone morte per noi, si sapeva che il giudice era "condannato a morte", e facilmente la scorta l'avrebbe seguito.
C'è il luogo comune che tutti i siciliani siano mafiosi, ma non è vero, la mafia è in Sicilia ma è piena di ottime persone. Con una ragazza siciliana ho passato i momenti più belli, ed ho visto dei posti a dir poco stupendi e conosciuto delle persone magnifiche. Ho conosciuto delle persone che non erano così, chiaro, ma ditemi voi dove non si trovano?
Spero che in quella regione stupenda si riesca presto a indebolire ed a sconfiggere la mafia, così come in tutte le regioni della nostra bell'Italia.
Falcone e Borsellino hanno fatto davvero tanto per realizzare ciò, ma vi è bisogno che questa battaglia venga portata avanti da tutti, la mafia non può uccidere tutti, e se si fa fronte comune le si tagliano le gambe. Purtroppo è un difetto di noi italiani non aderire agli ideali degli altri, per quanto giusti e nobili siano, se non veniamo toccati nell'immediato dai benefici.
Per concludere un grosso grazie a Paolo Borsellino, che contrariamente al significato del nome è stato un Grand'Uomo!

venerdì 13 luglio 2007

Selezione Naturale

Di sicuro sarò giudicato male per questo post, ma sinceramente non mi importa nulla, dico le cose che penso e non tiro fuori il falso buonismo!
Ho visto al tg la notizia dei ragazzini che si sono schiantati a Fiumicino: allora, hai diciassette anni, non hai la patente, non puoi prendere la macchina e vai a rubare l'auto a tuo padre, chiami tre amici per accompagnarti e ti vai a schiantare su un platano a 140 km/h! Sei un coglione! Ci sta proprio la selezione naturale, in natura si muore per molto molto meno! Sono crudele? Si? Beh, e se tra quella Golf ed il platano c'erano una madre col piccolo in carrozzina? Io che dico che se la sono andata a cercare sono lo stronzo, quello che ha ammazzato tre amici con una bravata è poverino! Giusto?
Bene, signori e signore vi presento l'Italia. Lo stato dove chi ruba e ammazza è un poverino, un giudice è un criminale assassino, dove fino a ieri il vicino era il più stronzo del circondario, oggi che muore Padre Pio gli deve cedere il posto per tutto il bene che ha fatto!
Ma un po' di coerenza ce l'abbiamo o no? Se tu mi stai sul cazzo e muori, sempre sul cazzo mi stavi, ok non ti auguro di lasciarci le penne ma sinceramente non avendoti tra le palle un po' di sollievo ce l'ho, e se ce l'ho perché non lo devo dire, anzi dire l'esatto opposto? Questo non lo capisco ancora.
Comunque ci tengo a precisare che al momento non ho nessuno che mi sta sulle palle, beh, a dire il vero si un paio di persone che mi hanno rovinato una storia con la mia prima ragazza, due vere brave persone di facciata ma tanto marce dentro. Il giorno che mancheranno io continuerò a dire che mi stavano sulle palle, e non me ne vergogno!
Ora vado a dormire che ho la sveglia un tantino presto domattina!


Serenità

Che bello essere sereni, alla fin fine spesso ci facciamo dei problemi per delle cazzate, quando ci sono persone che hanno problemi ben più gravi e non si lamentano per nulla.
In questi giorni mi sento davvero sereno e felice anche se alcune cose mancano nella mia vita, cose che molte persone non avranno mai e poi mai nella vita, cose che magari do' per scontate e sottovaluto, come per esempio camminare, dormire sotto un tetto, leggere, scrivere un blog, e molto altro ancora!
Non parliamo poi delle opportunità che mi da il mio lavoro precario, quando mai avrei visitato certi posti? Posti come le Maldive, il Kenya, i Caraibi, il Messico e tutte le soste Italiane.
Non avrei mai avuto la possibilità di avere la ragazza in Sicilia e di andare a visitarla anche più volte al mese, il fatto che poi sia finta è solo colpa mia! Pazienza, il mondo è pieno di pirla, magari passo inosservato!
Beh, per ora basta scrivere, me ne vado a trovare i miei e a preparare la valigia!

mercoledì 11 luglio 2007

Alcool

Sto pensando di smettere di bere, beh, non mi sono mai ridotto come il tipo della foto, ma stavo valutando che bere alla fin fine non è una gran cosa: non adoro il gusto dell'alcool, non lo reggo quasi per nulla, se bevo un poco di più poi rischio di star male per tutto il giorno seguente.
Forse per il mio trentesimo compleanno farò il fioretto di non bere alcool per un anno, e magari la cosa verrà rinnovata ogni anno, che ne dite?
Certo ci sarà la deroga per il decimo anniversario del mio congedo, l'otto ottobre del 2008, li non potrò astenermi da qualche bicchiere di vino, è un'occasione unica e sarò con delle persone speciali con le quali ho condiviso nove mesi bellissimi della mia vita.
Ora torno alle mie riflessioni, prenderò una decisione presto!

lunedì 9 luglio 2007

Ferite riaperte?

Come è possibile che si pensi di aver superato certe cose, e basta dare un occhio a certe foto, o sentire certe persone per tornare indietro di venti caselle?
Cavolo, sarà anche che queste cose ci colpiscono in momenti un po' particolari, in cui siamo deboli sia fisicamente che mentalmente, ma ci fanno veramente tornare indietro di mesi! Come fare a superare certe cose? Si, lo so che il tempo alla fine è la miglior medicina per tutti i mali, ma quanto ne deve passare?
Beh, ora mi vado a coricare dato che sono reduce da un giro massacrante e potrei straparlare e tediarvi con cazzate. Se qualcuno dovesse avere delle risposte comunque me lo faccia sapere al più presto!

domenica 1 luglio 2007

Alti e bassi


Perché si passa da un umore ad un altro opposto (o molto diverso) nel giro di poco tempo?
Mi chiedo se sia una cosa che succede a tutti. Eppure mi sembra che sia una cosa che ho io, perché c’è qualcosa che non va in me, ma cosa? Forse non voglio ammettere delle cose, o non voglio rendere conto! Chi può dirlo? Forse uno psicologo, ma non ci voglio andare, non vedo bene gli strizzacervelli e poi costano anche un botto! Io dovrei andare a raccontare ad un perfetto sconosciuto i fatti miei più privati, e poi comunque starà a me trovare il problema e la soluzione, perché il suo lavoro consiste nell’aiutarti a trovare queste cose. Ma non è la stessa cosa che dovrebbe fare un amico? Il problema è che di amici al momento non ce ne sono molti e poi forse loro hanno problemi ben più seri di questo e non posso disturbarli di certo con queste cavolate!
Ed allora come capire se c’è qualcosa che non va’? Come essere più sereni? Sono nuvole di passaggio come quelle che ho visto qua alle Maldive, o qualcosa di più serio?

Pensieri Maldiviani


Anche se sono alle Maldive proseguo col mio blog, nei piccoli ritagli di tempo serali, che dire?
Sinceramente non saprei, ci sono così tanti pensieri che turbinano nella mia mente che è difficile metterli giù semplici, chiari per gli altri. Se non ci sei dentro non li capisci, e a volte nemmeno se li vivi…
Questa sosta sta andando bene direi, le immersioni mi hanno un po’ deluso, ma per il resto non è male, il tempo ha retto per sei giorni, la gita con l’idrovolante è stata davvero fantastica, la condivisione della stanza con la mia amica è andata bene e spero che lei pensi lo stesso. Certo, qui alle Maldive con una bella ragazza dal quale sei attratto non è male, peccato che lei non la pensi come te… Tutto come prima, le cose sono state chiarite e “alla via così”. Peccato che ci siano un po’ tutti che si interessano alla cosa (dato che è strano che qualcuno si porti in sosta una ragazza senza portarsela a letto), della figura me ne frego abbastanza e non ci tengo a far passare sotto una cattiva luce un’amica. Soprattutto non voglio che l’amicizia si perda, era da tanto che non incontravo una persona così, che mi interessasse davvero tanto anche dopo esserci uscito alcune volte. Normalmente le trovo carine, ma dopo un paio di uscite tutto sfuma, invece con lei (il nome non lo scrivo, è inutile che fate i curiosi!) è iniziata gradualmente l’amicizia, e man mano che ci sono uscito l’ho trovata sempre più interessante, davvero tanto. Una persona a dir poco splendida, peccato però che non nutra interesse per me nonostante mi trovi un ottimo amico (almeno così mi pare di aver capito).
Ma è un bene che si conoscano persone del genere? Meglio soffrire per non averle o campare nell’ignoranza della loro esistenza?
Io al momento non so che rispondere, e voi?

giovedì 28 giugno 2007

Donne


Chi siamo senza di loro? Io direi nessuno, sono un mondo così misterioso, così dolce e così stupendo. Ma quanto soffriamo a causa loro? Chi non ha mai sofferto per loro alzi la mano, senza barare.
Se non l’avete alzata siete delle donne o dei bambini, chiunque farebbe di tutto per loro, non a caso i nostri vecchi (non so a quante generazioni fa risale) hanno creato il detto che dice “Tira più un pelo di figa che un carro di buoi”, ed è vero!
Quante cazzate facciamo per finirci a letto? Sia per una botta e via che per una storia finalizzata a formare una famiglia, e quante ferite ci procuriamo? Più o meno profonde, a seconda di come siamo noi. I più stupidi sono quelli come me che si innamorano veramente e ci lasciano il cuore, i più furbi sono quelli che ci sanno fare e le fanno star male. Anche questi restano feriti da loro, ma in maniera superficiale e sicuramente le ferite che ricevono sono inferiori a quelle che provocano.
Consigli per evitare ciò? Non chiedetelo a me, sono la persona meno indicata a cui chiedere ciò, troppe ferite e troppo stupido, si perché ci spero ancora di trovare la persona giusta ed ad ogni tentativo ricevo una ferita nuova

mercoledì 27 giugno 2007

Ma chi sono?


Si, me lo chiedo abbastanza spesso ora, ma chi sono per voi? Sono tanto anormale? Che cosa ho che non va bene in me? Vorrei tanto capirlo, ma mi sa che è impossibile, non capirò mai che c’è che non va’ e questa cosa un po’ mi distrugge, mi fa impazzire e mi rende triste talvolta anche se praticamente nessuno se ne accorge.
Ho avuto due ragazze nella mia vita, si sono poche per avere ormai trent’anni, ma se avete qualcosa da ridire a tal proposito impiccatevi, non mi interessa nulla di ciò che pensate a riguardo. Dicevo, ho avuto due ragazze, ed al tempo in cui ci stavo insieme per me erano davvero importanti, soprattutto la seconda, mi sembra di aver fatto molto per dimostrare che ci tenevo, ma allora perché i genitori di entrambe mi hanno dato contro e hanno contribuito non poco a far naufragare le storie? Che ho che mi rende così alieno ad un genitore? Cosa mi mette così in cattiva luce?
Che cosa mi rende così tanto “amico” di ragazze ma quando si parla di fare un passo in più tutte si tirano indietro? Così gentile, così caro ma… Ma cosa? Non sono abbastanza cosa? Perché già so che nessuna mi dirà in faccia la verità, perché so già che in questo settore sono e sarò per sempre una frana?
Perché chi tratta come stracci ha sempre qualcuna che gli scalda il letto, non solo ragazze facili e stupide ma anche ragazze dolci, sensibili ed intelligenti? Perché io che, vaffanculo alla modestia, mi considero ancora un po’ gentleman, dolce e romantico non trovo uno straccio di ragazza? E’ colpa mia che non mi accontento che di quelle che mi sfuggono? Non sono di certo di bocca buona, ci dev’essere qualcosa di particolare perché sia attratto da una ragazza. Sarà che con le donne sono davvero una frana, mi manca proprio il saperci fare e non è una cosa che si può imparare da qualche parte.
E così me ne sto tutto solo, da tempo e forse è giusto così. In fondo, cosa potrei dare io ad una ragazza?

lunedì 25 giugno 2007

Partire

Sto per partire, le Maldive mi attendono, la prima volta che mi faccio la settimana completa e la prima volta che mi porto una persona, un'amica. Ho detto un'amica non capite quello che volete...
Spero di passare una settimana di relax, con un po' di immersioni, è da gennaio che non vado, sia alle Maldive che sott'acqua. E' una cosa che mi porta un un altro mondo, mi fa davvero sentire bene essere sott'acqua, leggero, con i pesci intorno a me ed il rumore del mio respiro.
Anche l'equipaggio non è male e spero che non ci siano problemi con il viaggio con la mia amica, ma anche con il soggiorno, dover condividere la stanza per una settimana un po' mi spaventa, ormai sono un po' un orso e non sono abituato a dovermi gestire in funzione di qualcun altro, quasi due anni e mezzo di stato single e praticamente mai fatto una vacanza con una partner... Incrociamo le dita va', io spero solo di non rovinare l'amicizia, a qualcosa di più ci ho rinunciato da un bel po', non intendo con questa persona ma in generale. Devo aver qualcosa tipo un'arma scacciadonne, mah...
Speriamo nel tempo bello ed in una settimana da ricordare in positivo, non solo per me!
Ci vediamo al mio rientro con qualche bel post sulla lunga sosta!

venerdì 22 giugno 2007

Traffico by night

Ho fatto visita ad un amico ieri, dista da me non troppo, un'ottantina di chilometri in autostrada, ma è possibile che di notte ci abbia messo due ore e mezza per tornare? mi sono fatto più di un'ora di coda per fare un pezzo tra due uscite e dire che il secondo ingorgo me lo sono schivato perché sono uscito per tempo e mi sono fatto alla cieca un pezzo tra i paesini aiutato dal mio fido navigatore, altrimenti mi sarei fatto ancora più di tre chilometri di coda a passo veramente da lumaca!
Ma è possibile che con questi disagi si paghi la tratta autostradale per intero? E' possibile che stiano facendo i lavori per la quarta corsia e se si viaggia su una corsia è buona? Come sulla Milano-Torino che da anni stanno facendo lavori, prima per la TAV, poi per le olimpiadi ed ora non si sa, ma il fatto è che da almeno 4 anni il tratto tra Novara e Torino è uno schifo ma ci sono stati almeno tre aumenti del pedaggio! Ed ancora oggi è un vero casino!
Poi la ciliegina sulla torta di ieri sera è stata un'auto blu con sirene accese che si incazzava che non la facevano passare, ma a destra e a sinistra c'erano New Jersey, tutte le macchine ferme su due corsie da svariati minuti e sta minchia di sirena che spaccava i timpani! Non è che se hai il lampeggiante sei Mosè e le macchine il Mar Rosso! Se è una persona davvero importante qurlla che porti ed urgente lo spostamento si può prendere un cavolo di volo privato...
Ma tanto questa è l'Italia! Tutto allo sfascio! Ma forse ce lo meritiamo!

venerdì 15 giugno 2007

Invecchio

Cavolo ragazzi, l'altro giorno mi sono guardato allo specchio e ho visto che ormai ho parecchi capelli bianchi, la cosa mi fa pensare un po'... Sembra ieri che ero alle superiori ed avevo quindici anni! Ora ne ho quasi il doppio, e cos'ho di più? Cos'ho realizzato nella mia vita?
Ci sono dei miei compagni di quelle superiori che si sono sposati, altri che addirittura hanno un figlio. C'è chi sta affrontando grosse difficoltà della vita e se la sta cavando egregiamente col sorriso sulle labbra, mentre io?
Io ho un lavoro precario, non sono ancora riuscito a trovare una persona che stia con me, non so che cosa voglio dalla vita e dove voglio andare a finire! Cavolo, non ho più quindici anni, ne ho il doppio e dovrei mettere la testa a posto, ma come? Che prospettive ho di lavoro? In Italia direi che il mercato del lavoro è davvero penoso, mi da' pochi stimoli. All'estero come ci posso andare? Dove vorrei andare io non è facile arrivare ed ottenere un permesso di lavoro, come posso fare?
Forse è meglio che mi rimbocchi le maniche e che mi metta seriamente a lavorare per il mio futuro e magari anche a quello dei miei eredi...

giovedì 14 giugno 2007

Viaggi

Ho fatto parecchi voli in questa vacanza (ben sei in poco più di dieci giorni), tra Bologna e New York ho viaggiato con l'Italiana EuroFly, tra la metropoli statunitense e Toronto ho preso l'American Eagle che fa voli per l'American Airlines ed infine tra la bellissima città Canadese in riva al lago ed Halifax ho preso la WestJet.
Se dovessi fare una classifica la migliore compagnia con cui mi sono trovato è WestJet, c'era un tale clima a bordo che non ho mai visto in un equipaggio, sorridenti, scherzosi, gentili e puntualissimi. Il clima era molto scherzoso e solare a bordo di questi aerei! Non ho mai sentito presentare l'equipaggio, il comandante fare scherzi alla cabina prima del volo, cantare "Tanti Auguri" ad un passeggero e mettere in cabina un pezzo del Muppet Show. Anche i passeggeri alla fine erano tutti sorridenti, si respirava proprio un clima sereno! Ed una figata pazzesca la tv satellitare con più di venti canali, selezionabili individualmente perché ogni sedile ha il suo monitor!
Al secondo posto ci piazzerei gli statunitensi, proprio anonimi direi, non si sono distinti né nel bene né nel male, si vedeva che è un lavoro ritenuto molto di routine e che a bordo era abbastanza scazzato il personale.
Come fanalino di coda devo proprio metterci la partner della mia aerolinea, potrei dire che è perché non mi hanno messo in business all'andata visto che c'erano venti posti liberi in tale classe e che normalmente tra colleghi ci si fa questo favore, ma mentirei. Il cibo a bordo è una tacca sotto il nostro, i sedili molto simili, cambia che hanno in più il monitor personale con la scelta individuale del programma, non male, ma l'assistenza a terra è stata davvero pessima, non a Bologna ma nella Grande Mela mi pareva di aver a che fare con dei cerebrolesi! Code mai viste, non lunghe di più.
Essendo poi dotati di biglietto in stand-by (in soldoni: se c'è posto parto altrimenti resto), chiediamo e prima ci viene detto che il posto sul Bologna c'è, di star tranquilli ma il Roma è cancellato (ed era la nostra seconda via per tornare in patria), arrivati al check-in ci viene detto che il volo è pieno e di tornare dopo un'ora e mezza. Torniamo e ci accorgiamo che hanno aperto il volo su Roma, rifacciamo la coda e ci dicono che non sanno quanta gente hanno a bordo e pertanto se possiamo salire. Ci viene detto che è ok nemmeno mezz'ora prima del decollo (avete idea di cosa vuol dire? Ci sono da fare coda per passare il bagaglio in stiva ai raggi X, filtri sicurezza, ispezione personale alle porte d'imbarco ed infine prendere l'interpista), ci ammazziamo per arrivare per tempo saltando tutto quello che si poteva saltare, arriviamo al gate in quindici minuti e scopriamo che il volo è in ritardo di non si sa quanto causa imbarco catering. Lo scalo ha avuto la bell'idea di piazzare entrambi i voli diretti in Italia con Eurofly sulla stessa uscita pertanto c'erano persone che capivano male e cercavano d'imbarcarsi sul volo sbagliato, ed una volta arrivati a bordo si è aspettato almeno quaranta minuti per carico dell'aereo, quando a terra ci avevano assicurato che l'aereo era a posto, mancava solo il cibo e noi...
E ciliegina sulla torta, alla faccia della sicurezza, a Bologna sul nastro c'erano bagagli dei voli di Roma e Napoli, poveri passeggeri che non si saranno visti recapitare la valigia! Grazie, dovevate sentire quello che dicevano i passeggeri americani riguardo il volo... Comunque per fortuna i colleghi a bordo sono stati gentilissimi e professionali, almeno loro di colpe non ne avevano!
Se andate in Canada e vi capita di dover scegliere la compagnia prendete WestJet! Ottimissima!

mercoledì 13 giugno 2007

New York City

Sono stato a New York, non male come città ma non è di certo dove vorrei vivere o tornare più di tanto. Per i miei gusti è un po' troppo caotica e frenetica.
Non so nemmeno se mi aspettavo di più da questa metropoli, mi sono divertito a girarla, sia solo che insieme a Marina, Laura ed Emanuela, ho visto la Statua della Libertà da Battery Park, quello che resta del World Trade Center, Wall Street, l'ONU, Fifth Avenue, Central Park, l'Empire State Building, il ponte di Brooklyn, il Rockfeller Center...
Ho visto davvero tante cose in questa città multietnica, di alcune cose sono stato stupito in positivo, come ad esempio la sicurezza di viaggiare in metropolitana la notte, me l'aspettavo un po' più pericolosa, ed altre cose che mi hanno colpito negativamente come ad esempio la sporcizia ed il puzzo che si sente per le strade, speravo fosse un po' più pulita...
Se dovessi scegliere cosa mi ha colpito di più di sicuro è Ground Zero, non per quello che c'è ora, cioè nulla, solo lavori in corso per non so cosa, ma per quello che c'è stato e per come lo si percepisce. Sono stato stupito di non trovare quasi nulla, c'era un foglio di carta con su una poesia ed altro dedicato a Federica, una ragazza Italiana che ha perso la vita li, mi ha colpito trovare che l'unico foglio presente era in Italiano. La stessa cosa dicasi ad una stazione dei pompieri con bandiera e foto dei colleghi persi nello stesso avvenimenti, probabilmente sono le cose che più mi hanno toccato, che più ho sentito in questa città.
Alla fine sono felice di aver visto la Grande Mela, ma non penso che ci tornerò, poi chi lo sa cosa succederà domani? Comunque se ancora non l'avete fatto visitatela!

martedì 12 giugno 2007

Italiani in Canada

Non avete per nulla idea di quanti Italiani ci siano in Canada, io ne sono rimasto davvero colpito dalla cosa!
Appena messo piede in Canada (aeroporto Person di Toronto) sono andato al controllo doganale dato che arrivando dagli States non necessitavo di immigrazione, si libera un agente e mi chiama, mi ero messo in fila dove c'era un'agente proprio carina, ma essendo chiamato che dovevo fare? Vado, solito "Hi how are you?" solita risposta, mi guarda i documenti e mi dice "Ma dove si trova Novara?" e attacchiamo a parlare del più e del meno, in italiano e scopro che è figlio di un emigrante.
Faccio tutte le mie cose e finisco in ufficio da Michele, o come è meglio conosciuto in Canada, Michelle (penso che qualcuno qui mi stia odiando), ci salutiamo e mi porta in ufficio, mi fa conoscere un suo collega, Vittorio, Italiano pure lui! Dopo un po' passa una terza persona, ed indovinate? Italiano pure lui! Ho poi scoperto che li quasi solo gli italiani si fermano oltre l'orario, ed in quei giorni Michele e Vittorio erano sotto per un lavoro che dovevano svolgere di li a poco.
Il giorno dopo decido di andare a fare un giro a Toronto, prendo la mia bella macchinina, arrivo in città, cerco parcheggio, ne trovo uno in zona CN Tower e chiedo le tariffe, il tipo vede la mia faccia e mi chiede se sono un turista e di dove, alla mia risposta esordisce con un "Paisà" e mi stringe la mano, qualche scambio di battute in un italiano stentato dato che è nato li ed in casa non lo parla.
Mi dirigo sulla CN Tower, faccio il mio bel giro, e finisco al "cinema", siamo in due, io il primo, poi un altro tipo, mi chiede se quello è il cinema, gli rispondo che è la sala d'attesa poi si entrerà a destra o a sinistra, finisce il filmato di presentazione e ci vediamo un filmato che non centra una fava con la CN Tower, tant'è che l'ho visto a Gardaland l'estate scorsa, cambiava solo che a Gardaland era 3D e li c'erano acqua e vento. Usciamo e ci chiediamo che cavolo di connessione aveva con la torre, io gli rispondo che l'avevo anche visto un anno prima in Italia, e sapete che scopro? Era Italiano, un medico di un ospedale della Florida a Toronto per un convegno! mezz'oretta di chiacchiere e poi ognuno per la propria strada!
La sera vado a vedere la partita con Michele e poi ci troviamo con dei suoi amici in un pub, tavolata Italiana, o erano Italiani o lo parlavano! Ci credete! Allucinante! Comunque quella sera mi sono sparato delle ottime patate fritte oltre che ammirare delle carinissime cameriere!
Poi pure la mia amica Tracy mi ha fatto conoscere l'unico Italiano della comunità di Truro, un signore che emigrò in Alberta venticinque anni fa e che negli ultimi anni si è spostato in Nova Scozia, bella chiacchierata di una mezz'ora anche li, con gli occhi della mia amica e della sua gentilissima madre che ci guardavano un po' straniti. Nel mezzo spesso ci interrompevamo per spiegare di cosa stavamo parlando.
Il Canada mi ha piacevolmente stupito anche qua!

lunedì 11 giugno 2007

Mi sono innamorato!

Ebbene si, mi sono innamorato, ma non di una ragazza, di un posto. Il Canada è un paese meraviglioso, avevo delle aspettative davvero grandi da quel paese, corrispondo dal tempo delle medie con una ragazza che sta in quella magnifica nazione, ed ora ci sono stato, finalmente. Mi sono innamorato della Nuova Scotia! Per chi non lo dovesse sapere è la provincia più a est del paese, affacciata sull'oceano Atlantico, la cui capitale è Halifax. Così verde, cosi pacifica, così rilassante che non avete idea!
Si certo, è un posto freddo, ma io preferisco il freddo al caldo, e la gente è di un tale calore che non immaginate... Ho conosciuto finalmente Tracy e la sua famiglia (Jeff suo marito, Susan la madre e Joe il padre), sono delle persone stupende, ho visto che c'era un rapporto davvero bello tra di loro, e sono delle persone che si vivono la vita davvero bene! I genitori ora in pensione hanno un bel po' di hobbies e sono davvero giovanili, oltre a volersi davvero bene! Mi sono sentito come un membro della famiglia, nonostante non li avessi mai visti e fossi uno straniero; naturalmente in maniera diversa perché la madre è davvero molto espansiva e dolce, il padre un po' più riservato ma appena siamo stati un po' li insieme mi ha tirato fuori le sue foto più vecchie facendomele vedere e raccontandomi molte cose, Tracy molto determinata e forte oltre ad essere una persona meravigliosa e Jeff davvero una ragazzo solare, simpatico e giocoso!
Non vi nascondo che mentre vi racconto di queste persone qualche lacrima riga il mio viso, perché mai dovrei vergognarmene? Il posto e le persone erano davvero unici e cosa c'è di male a sentirne la mancanza? A pensare com'era bello la?
Per andare a vivere li farei davvero carte false, ci ho lasciato il cuore, ma non spero di recuperarlo, spero che sia lui a recuperare me!
Certo hanno anche la i loro difetti, ad esempio il bidè non esiste li! Ma non mi va di parlarne in questo post, poi magari come in una ragazza i difetti ne aumentano la bellezza agli occhi dell'innamorato, no?
Mi piaceva anche guidare, c'era una tale pace anche nella guida, tutti gentili! Cose che da noi non sarebbero possibili, per nulla!
E vogliamo parlare delle case? Per noi sono ville, per loro sono case normali. I genitori hanno una bellissima casa su tre piani ed anche Tracy, lei vive in collina ed ha quindici acri circa di terreno, tutta la striscia di collina dalla strada fino a valle, non ci credevo, ed una casa talmente bella che non immaginavo, sono rimasto stupito da tutto, peggio di un bambino! Lei spesso rideva di me perché spesso dicevo "Wow, è così verde, così pacifico e così bello!!", ironizzava dicendo che c'era traffico perché c'erano cinque macchine in coda.
Poi sono tutti luoghi comuni quelli che dicono che la è tutto più grosso? Dopo che ho fatto la conoscenza di Zeus direi di no! Chi è? Il loro cane, un danese di ben cento chili! Non ho parlato per cinque minuti quando l'ho visto! Ho visto cavalli più piccoli! Loro mi prendevano in giro, a ragione anche perché per tutto il viaggio non aveva fatto che dirmi "Andrea guarda che è grosso, tutti rimangono un po' così quando lo vedono per la prima volta, nelle foto non sembra così", ed io le rispondevo "Si Tracy, ho anche io un cane, so come sono i grossi cani, non ti preoccupare che non mi spavento!" Non mi sono spaventato, ma stupito si! Ragazzi non avete idea di quanto è grosso quel cane, è anche grande per essere un danese!
Ho visto tante cose meravigliose in quella terra, tante cose che non possono essere convertite in parole o raccontate, ma tutte queste cose sono dentro di me e lo rimarranno per l'eternità, spero che un giorno riuscirò ad andare a vivere li e di potervi invitare così capirete di cosa parlo!

domenica 10 giugno 2007

Grazie Michele!

Ragazzi, torno oggi dalla mia meravigliosa vacanza a NYC, Toronto e Nuova Scotia (Canada), poi scriverò molti più post, al momento sono stanchissimo per il volo e tutto il casino della grande mela. Però il primo post che scrivo lo devo dedicare al ringraziamento a Michele (vedere foto di repertorio), si, anche lui non sa chi è, ma è una persona davvero speciale, mi è stata d'aiuto in una maniera impressionante per muovermi in Toronto e dintorni, avermi fatto conoscere gente molto simpatica nella zona, oltre che per avermi pazientemente ospitato a casa sua per parecchie notti.
Grazie davvero Mik, non so come sdebitarmi ora!

mercoledì 30 maggio 2007

Partenza!

Ragazzi, non mi dilungo molto in questo post, sto per partire alla volta di New York City ed un piccolo tour del Canada, dove toccherò Toronto, Niagara Falls e Halifax. Ci sentiremo al mio rientro con qualche post di racconto del viaggio!
Buon lavoro a tutti!

domenica 27 maggio 2007

Temporale

L'altra sera sono rientrato a casa, ero passato a trovare i miei, prima di venire via si è alzato un forte vento. Preannunciava l'arrivo di un temporale, ed esso era proprio dietro casa, sulla via lo vedevo davanti a me, nell'ora del tramonto, una grossa nube scura nella fievole luce del dopo tramonto.
Vi erano dei fulmini spettacolari, non li sentivo sia perché ero troppo lontano, sia perché avevo la radio un po' alta ed i finestrini chiusi. Però lo spettacolo che mi si è presentato era davvero magnifico, le forze della natura che si scatenavano, per strada nessuno (complice anche la finale di champions league). Arrivato a casa, dopo essermi gustato un ottimo gelato artigianale, mi sono messo a fotografare il temporale, con la digitale nulla da fare, ora aspetto di sviluppare la pellicola, su quattro scatti almeno un fulmine l'avrò preso!
Mi ricorso quand'ero piccolo che mi mettevo a guardare dalla mia camera il temporale che sopraggiungeva dalla campagna, sempre di sera, tutto buio ma tutto illuminato dai lampi, dei lampi fortissimi, secondo me erano molto più potenti di oggi ma forse è solo perché ero solo un bambino e tutto mi pareva più maestoso. Anche quando ero a letto con te tapparelle abbassate lo sentivo, non lo vedevo ma sentivo i forti tuoni e mi lasciavo cadere nelle braccia di Morfeo con la ninna nanna cantatami dai tuoni col sottofondo suonato degli scrosci di pioggia ed i soffi del vento... erano le notti in cui dormivo meglio, erano le notti che rivorrei ancora oggi. Vorrei addormentarmi come un bambino e passare la notte, la lunga notte senza svegliarmi mai, ed al mattino svegliarmi più riposato che mai in una giornata meravigliosa. Già, perché il bello di quelle nottate di temporale era lo svegliarsi al mattino e vedere tutto l'arco alpino, grazie al temporale la giornata era di un terso...

mercoledì 23 maggio 2007

Capaci

In occasione del quindicesimo anniversario della strage di Capaci voglio dedicare un post a quelle persone meravigliose che tanto hanno fatto per la nostra Italia, persone come Giovanni Falcone che nonostante la certezza che se avesse proseguito con certe indagini sarebbe morto, ha proseguito a fare quello che per lui era giusto, ha seguito i suoi sani principi. Quanto dovremmo imparare da persone del genere, quanto bisognerebbe parlare di loro, e non solo in occasione di anniversari od altre occasioni.
Io sono passato vicino a questa targa commemorativa e devo dire che mi è venuta la pelle d'oca, è stata un'emozione che non può essere descritta. Immaginare che quel tratto autostradale è stato fatto saltare completamente un tratto autostradale...
E così si è spento un grand'uomo, uno dei pochi che sono passati in questi ultimi anni, un uomo che forse non ci meritavamo in questa repubblica delle banane. Chi lo sa?
E chiudo con una sua frase: "Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande", secondo voi per quale dei due motivi è morto Giovanni Falcone?

martedì 22 maggio 2007

Donare

Sapete che vi dico? E' davvero bello donare, mi piace molto di più donare che ricevere, ma vi dico che sono molto egoista! Mi piace donare perché non c'è cosa più bella che vedere che si è azzeccato il regalo giusto! Questo mi ripaga di tutto, ed anche di più, c'è da dire però che non lo faccio volentieri con tutti, mi va di fare regali quando e a chi va a me! A dire il vero odio le date, se ho voglia di fare un dato regalo un giorno perché devo aspettare l'anniversario od il compleanno? E se in quei giorni non mi sento ispirato perché devo prendere per forza qualcosa che magari non mi convince?
Probabilmente sono molto fuori dagli schemi, sono parecchio strano! Che ci volete fare, tanto poi mica siete insieme a me, non mi dovete sopportare, no?
Perché mi è venuto in mente di scrivere questo post? Curiosi eh!? Con tutti gli accessi che ho a sto blog... Beh, oggi, dopo parecchio tempo, ho avuto una sensazione davvero bella quando una mia cara amica mi ha telefonato e mi ha ringraziato per un piccolo pensiero che le ho fatto, in seguito al suo compleanno che sarà tra pochi giorni. L'ho sentita davvero contenta del regalo che le ho fatto, ho azzeccato una cosa le ha fatto davvero piacere! Mi sono detto: "Ma allora qualcosa di giusto ogni tanto lo fai ancora!". E non pensate male, non ci sto provando con lei, è stata molto chiara in proposito.
Ed ora mi infilo a letto che ho ancora i postumi della malattia che ho appena chiuso, meglio riposare, anche se non è facile col caldo che fa!

Amici Veri

Lo scorso fine settimana sono andato a trovare dei vecchi amici che vivono nel cuneese, sono delle persone con cui quasi dieci anni fa passai dieci mesi della mia vita al servizio dello stato come militare di leva nel 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona. Per me è stata davvero un'esperienza meravigliosa perché ha consentito che conoscessi delle persone speciali che continuo a vedere a distanza di quasi un decennio.
Ci siamo fatti una bella cena il venerdì sera con delle chiacchierate che a dire il vero mi mancavano, sono passati nove anni ma siamo ancora quelli di quei giorni, maturati tutti in seguito alla vita intrapresa, ma sempre delle gran brave persone! Alcuni sposati, altri quasi, altri ancora single e qualcuno che si lecca le ferite dall'ultima storia vissuta. Con figli ancora nessuno, ma chissà!?
Era da un po' che non mi facevo una bella chiacchierata, soprattutto con uno di loro, vi ho passato una bella mattinata di sabato ed un ottimi pranzo. E davvero bello avere a che fare con gente che viaggia sulle tue stesse frequenze, che ti capisce quando parli e la capisci a tua volta!
Belli i progetti che hanno in mente delle persone e vedere che nonostante tutto quello che hanno sono rimaste semplici ed cordiali! Gente che si guadagna quello che ha fino all'ultimo, gente che se lo merita sinceramente!
Spero di vederli nuovamente presto, in teoria il mese prossimo ci sarà l'ennesima "Cena sul Balcone" e spero tanto di esserci quel giorno, farò i salti mortali per renderlo possibile, e magari quest'anno verrà vietata la cena alle ragazze, non per antipatia, ma il clima che c'era ai tempi della naia non è ripristinabile con la presenza di alcune ragazze un po' troppo oppressive. E poi non facciamo nulla di male, siamo solo un gruppo di commilitoni che si ritrovano dopo anni a casa di uno di noi per far festa e ripristinare i legami di fratellanza che abbiamo!

venerdì 18 maggio 2007

Stress


L'altro giorno ho seguito un corso in sede, è un corso che bisogna fare annualmente e si chiama CRM (cockpit-crew- corporate resource managment) e parla più che altro di come si possono evitare incidenti migliorando la comunicazione di un team, nel caso del mio lavoro il corso è partito dall'equipaggio di condotta per poi coinvolgere tutto l'equipaggio dell'aereo ed ora dovrebbe anche coinvolgere tutto il personale che ha a che fare con il velivolo e l'equipaggio.
Diciamo che il fattore stress influisce in maniera arrogante nell'argomento trattato e chi teneva questo corso ci ha fatto visionare una presentazione che parlava dello stress e personalmente l'ho trovata molto interessante, sinceramente non avevo molto l'idea di cosa fosse lo stress, pensavo fosse una cosa solo negativa, ed invece è negativa solo se supera certi limiti, anzi i primi stadi dello stress sono positivi aiutano lo studente ad una interrogazione od una sportivo ad una competizione, ci va a modificare la produzione di ormoni. Certo che a lungo andare si passa dallo stress "buono" a quello "cattivo", quello che noi identifichiamo normalmente col termine stress, impropriamente.
Al momento io sto uscendo un po' dalla fase di stress cattivo grazie alla mia imminente vacanza in Canada, l'effetto benefico di una cosa positiva che sta per accadere è impressionante!
Secondo me la macchina uomo è davvero l'opera perfetta di Dio, tanti piccoli particolari perfetti, tanti piccoli equilibri che ci avvertono di pericoli o problemi, nessun uomo sarebbe mai capace di fare un'opera tanto perfetta, ciò non toglie che dia compito nostro mantenerla in perfetto stato, con sport, alimentazione, svago per la mente ed il fisico. Devo dire che ultimamente ho trascurato troppo la mia macchina, in tutti gli aspetti, e dovrei iniziare a darmi da fare per mantenerla al meglio, e dovrei iniziare a lavorare per primo sul cervello, perché se non sistemo la cabina di pilotaggio, tanto per usare un esempio qualsiasi, tutto il resto va a puttane! Posso prendermi cura del mio corpo in maniera stupenda ma se sono infelice il tutto si riflette sul fisico, ci vuole la terapia della felicità! Vi prego aiutatemi se mi siete davvero amici!

giovedì 17 maggio 2007

Voglia di cambiare

Ho una voglia di cambiare la mia vita che non immaginate nemmeno, ultimamente mi sento molto insoddisfatto di quello che sono e che ho. Alla fin fine ho trent'anni e cos'ho?
Premetto che ho molte cose rispetto alla media delle persone al mondo, però essendo umano cerco sempre il meglio. Sono in salute, ho un tetto sulla testa, ho la cultura ed una lavoro.
Ma che cos'ho? Ho quasi trent'anni, sto da solo da ormai due anni e rotti, ho un lavoro che si rinnova ogni due/tre mesi, non ho una casa mia e nemmeno la possibilità di accendere un mutuo e butto via davvero tanto tempo in cazzate.
Che cosa vorrei? Sono nell'età in cui sento il bisogno di formare un nucleo famigliare mio, iniziare a pensare ad un lavoro stabile, una casetta tutta mia, della gente intorno con cui iniziare a passare del buon tempo di qualità, magari impegnarsi in qualcosa di utile (per me o per gli altri), anche sono un corso, cose che col lavoro che faccio mi è impossibile, vorrei avere una vita un po' più normale!
E chissà se ci riuscirò? A dire il vero non so ancora che lavoro vorrei fare al posto di questo, di sicuro non un lavoro da star chiuso in un ufficio solo come facevo prima, non penso che ce la farei ancora, dopo aver avuto un lavoro così dinamico ed a contatto con la gente sarebbe abbastanza dura, l'ho fatto per un mese in inverno (durante una lunga pausa contrattuale) e non mi passava più il tu per tu con la macchina pressopiega! Dopo un po' si finiscono gli argomenti con una macchina del genere!
Mah, io mi do del tempo, ma spero di avere entro un anno delle ottime novità per voi!

giovedì 10 maggio 2007

Sono un appestato?

Ma che cos'ho? Stanotte per un motivo o quell'altro non sono riuscito a dormire molto ed ho pensato un po', un po' troppo a dire il vero.
Perché non riesco a prendere altro che due di picche? Se ci penso bene non è mai stato diverso, le ragazze con cui mi sono messo non sono state delle conquiste ma viceversa, sono io che non ho dato a loro un due di picche! Forse è per questo che non ne ho avute molte.
Ma la domanda mi sorge spontanea, ma che avrò mai di così brutto per non riuscire a conquistare nemmeno una ragazza? Mi sono fatto un esamino di coscienza: non sono un adone ma non sono nemmeno un essere deforme, penso di essere nella media come bellezza; non mi sembra di essere particolarmente stupido, anzi so di avere un grosso potenziale quando mi ci metto d'impegno; non sono il classico stronzo, non ho mai tradito le mie ex e non ho preso per il culo nessuna, anzi mi sembra di essere sempre stato schietto; non ho i milioni, ho il mio bel lavoro e con quello mi mantengo tranquillamente e mi godo i miei vizi, ultimamente mi sto facendo di quelle mangiate da paura, la cotoletta non mi può dire di no, eccheccazzo!; non ho moltissimi amici, ma quelli che ho sono molto importanti e tendo a tagliare i rami morti, che è inutile portarsi dietro nella vita; a letto non mi sembra di essere tanto penoso, e poi non penso che chi mi conosce all'inizio ci pensi a questo, come cavolo farebbe a sapere qualcosa? Le ex non è che siano migliaia e soprattutto non sono insoddisfatte! Ho tanti difetti, sono egoista, litigioso, permaloso, orso e non ho una cazzo di idea di come ci si veste! Ma penso anche di avere qualche pregio, sarà difficile arrivare al mio cuore ma quando ci arrivi ti do tutto quello che posso, penso di essere generoso (altrimenti come potrei avere crediti di più di mille euro, dei quali non so quando vedrò un centesimo), non ho mai picchiato una ragazza e non ci penso nemmeno a farlo, non mi sono mai drogato e non fumo, al massimo di tanto in tanto un cubano o il narghilè.
Ma qual'è il problema? Forse è che non sono stronzo! Più i ragazzi sono pezzi di merda e più le ragazze ci stanno dietro, e poi da chi si vanno a lamentare? Da un pirla tipo me! Ma sapete che vi dico? Mi sono rotto i maroni, almeno a questo posso dire basta, se un'amica si lamenta del tipo stronzo con me non farà altro che andare a sbattere con la dura realtà, quale? "E' stronzo e si sa, a te piace lo stesso. Ti ha trattato di merda, fatto le corna. Lo potevi immaginare senza essere il mago di Segrate! Ti piace essere inculata!", e basta far la spalla di ragazzine stupide! Si, sarà forte come affermazione ma è così!
Probabilmente il mio problema è quello di essere ma non di apparire! Quanti ne ho sentiti che stanno insieme al partner solo perché è figo/gnocca e veste bene, ma si potrebbe avere uno scambio di opinioni più interessante con una pianta grassa in agonia! O hanno il ragazzo figo e poi non gli tira perché tira più coca lui di un aspirapolvere, e le dementi si sentono pure in colpa! Assurdo! Cazzo ma è proprio vero che peggio le tratti più ti stanno vicine e ti idolatrano!
Mi chiedo se sia dappertutto così o solo in Italia, se questa generazione di gente venuta su con la tv, che non conosce i veri valori della vita sia solo qua o in tutto il mondo occidentale. Mah, e chi lo sa.
Vorrei tanto vivere in un mondo migliore...